Gaia Animali e Ambiente: abrogata norma illegale sulla caccia in Friuli Venezia Giulia


Abrogata norma illegale sulla caccia in Friuli Venezia Giulia: la vittoria degli animalisti

Una grandissima vittoria e un primo passo molto importante per Gaia Animali e Ambiente. A darne comunicazione è stata proprio Gaia Onlus attraverso la loro pagina Facebook in cui hanno pubblicato un post e una foto di un trafiletto di giornale. Gaia scrive:

Ci siamo riusciti! Il Ministro Sergio Costa ha ascoltato Gaia Animali E Ambiente. La Regione Fruli Venezia Giulia si è impegnata a ritirare la norma sulla caccia “illegittima e anticostituzionale”, grazie al ministro e al suo capostaff Fulvio Mamone Capria. Siamo orgogliosi di avere Alessandra Marchi come una delle punte di diamante di Gaia Lex, il centro di azione giuridica di Gaia Animali E Ambiente. I diritti animali si tutelano (anche) con avvocati preparati!

Come riporta il Messaggero Veneto, la coordinatrice del Movimento animalista Fvg e rappresentante di Gaia Lex, centro di azione giuridica per gli animali e l’ambiente, Alessandra Marchi, si è ritenuta soddisfatta per l’impegno di Fedriga, presidente della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, a ritirare la norma sulla caccia «illegittima e incostituzionale». L’articolo 12, inserito nella legge pubblicata a luglio, «consentiva di cacciare gli ungulati di notte, utilizzando fonti luminose, termiche o puntatori laser».

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

X