Scopri in questo articolo tutte le regole per viaggiare con gli animali in aereo, in treno e in nave, e i migliori orari per partire.

30 Giugno 2022 di Redazione

L’estate è in arrivo e iniziano i preparativi per goderci finalmente qualche giorno di vacanza… ovviamente in compagnia dei nostri amati pet! Scopriamo tutte le regole per viaggiare comodamente con i nostri animali.

Non sempre è possibile spostarsi in auto con cani e gatti quindi, per quanto riguarda i mezzi di trasporto, queste sono le norme da seguire.

Viaggiare con gli animali in aereo

Normalmente non è possibile imbarcare più di un cane in cabina e, a seconda delle compagnie, è previsto un limite di peso. Dai 5 ai 10 kg, compreso il trasportino. I cani di medie e grosse dimensioni devono viaggiare obbligatoriamente in stiva pressurizzata, una soluzione rischiosa che consigliamo di evitare.

Viaggiare con gli animali in treno

In Italia gatti e cani di piccola taglia viaggiano gratis, se all’interno di trasportini idonei (le misure si trovano nei relativi siti internet). I cani di taglia da media in su possono viaggiare solo su treni Espressi, IC, ICN, sui treni Regionali nel vestibolo o piattaforma, escluse le ore di punta, e nelle carrozze letto per compartimenti acquistati per intero.

Viaggiare con gli animali in nave

In nave infine, crociera a parte, ci sono sia compagnie che hanno gabbie apposite sul ponte e altre che propongono cabine ad hoc. Ovviamente al guinzaglio e con museruola pronta all’uso, sulla maggior parte delle navi ci si può muovere e sostare insieme al proprio cane.

A che ora partire? Buio per il cane, luce per il gatto

Sappiamo che i mici prediligono la notte per le loro attività, mentre per i cani vale solitamente il contrario. Dunque, il viaggio con il gatto avrà più chance di tranquillità nelle ore diurne, spesso deputate al sonno. Per il cane la notte è invece più favorevole alla quiete. Ma in entrambi i casi, il consiglio è di farli giocare e sfogare per bene prima della partenza, così che abbiano meno energie a disposizione e tendano a sfruttare le ore di viaggio per riposare.

Credits: Pixabay

Un dettaglio non sempre considerato: lunghi tragitti autostradali, perlopiù rettilinei, creano molta meno agitazione rispetto a percorsi tortuosi o con fermate frequenti per semafori e incroci.

Se hai trovato interessante questo articolo, ti invitiamo a leggere anche Vacanze col vostro gatto: 7 cose da sapere.

Lascia un commento