Overtoun Bridge: il ponte dei cani suicidi


Overtoun Bridge è il ponte dei cani suicidi

Il “Ponte dei cani suicidi” è un ponte che esiste in Scozia e prende il nome dal fatto che oltre seicento cani negli ultimi sessant’ anni hanno deciso di saltare giù, tutti dallo stesso punto. L’Overtoun Bridge venne costruito da Overtoun nel 1895, è alto circa 18 metri, sono circa 50 i cani che hanno deciso di buttarsi giù dal ponte e sono morti dallo scorso secolo.

Il fenomeno dei cani suicidi si ripete sempre con la stessa formula: in giornate di sole, nello stesso punto all’altezza dei due parapetti finali sul lato destro del ponte, e sopratutto stesse tre razze coinvolte; Collie, Labrador e Retrivier.
Negli ultimi anni i casi di suicidio canino sono stati oggetto di numerosi studi da parte dei ricercatori: i comportamentisti hanno spiegato che i cani non hanno pensieri suicidi, perché, a differenza degli umani nei quali il suicidio è condizionato dalla sensazione che “domani non sarà meglio di oggi“, secondo Il veterinaio Kendal Shepherd ha non ci sono prove che suggeriscano che i cani abbiano il senso dell’adesso e del domani.

Overtoun Bridge il ponte dei cani suicidi: ipotesi sul perché del fenomeno

Diverse sono le ipotesi che si sono formulate per cercare di spiegare il fenomeno:

  • presenza di una stimolazione sensoriale che porta i cani a spingersi oltre al muretto;
  • presenza di un forte odore di visoni maschi che attirerebbe i cani verso la morte, come ipotizzato dal professore Peter Neville della Ohio University;
  • presenza di un’anomalia acustica nella costruzione del ponte, la quale produce un suono udibile solo ai cani e che li spingerebbe a seguirlo oltre la cinta del muro.
  • presenza della “Dama Bianca di Overtoun”:  il fantasma di Lady Overtoun, moglie di un barone milionario appassionato di alchimia e riti satanici; dopo la morte, la Dama Bianca avrebbe vagato tra il loro castello e il ponte, non trovando mai più pace.

 

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!