Cane in acqua? Si,ma con qualche accorgimento


Cane e acqua: piccoli accorgimenti

Con l’arrivo della stagione estiva e con l’avvicinarsi della partenza per le tante attese vacanze estive, ovviamente in compagnia dei nostri amici a quattrozampe, cresce nei padroni l’ansia sul comportamento da tenere in spiaggia, soprattutto in riferimento alla possibilità di fare un bel bagnetto con i pelosi.
Ecco che allora molti proprietari si chiedono: ” potrò portarlo in acqua?” e ancora: ” saprà nuotare?”
In proposito una piccola guida per rispondere ai vostri dubbi.
Per prima cosa, prima di partire per le vacanze sarebbe opportuno sottoporre il cane a una visita veterinaria di controllo per verificare che non sia soggetto a dermatiti, alopecia e altre malattie della pelle che potrebbero peggiorare in caso di esposizione ai raggi solari.

Cane e spiaggia: primi accorgimenti

  • Attenzione alle scottature: come noi umani, anche i cani possono scottarsi, sopratutto nelle zone più delicate come zampe, cute e orecchie. Si consiglia quindi di proteggere queste zone con creme solari adatte agli animali.
  • Esporre il cane al sole solo nelle ore più fresche della giornata, e mai al sole diretto. Si consiglia di portare il proprio amico a quattrozampe in spiaggia principalmente alla mattina molto presto e la sera al calare del sole, quando le temperature tendono ad abbassarsi.
  • Attenzione ai colpi di calore: per chi decidesse di portare il cane in spiaggia per tutta la giornata, raccomandiamo di garantigli un posto all’ombra con una ciotola d’acqua fresca sempre disponibile.
  • Mai dare da mangiare al cane prima di andare in spiaggia per evitare possibili congestioni
  • Attenzione che il cane non ingerisca la sabbia: può provocare un blocco intestinale

Cane in acqua: piccoli accorgimenti

Il sogno di qualsiasi padrone è portare il cane a fare un bel bagno; anche in questo caso bisogna prestare attenzione per l’incolumità del nostro amico peloso.
Per chi è al primo approccio, sarebbe preferibile portare il cane a fare il bagno in un luogo tranquillo dove non ci sono altri cani che potrebbero innervosirlo;

  • Entrate con il cane in mare, dove l’acqua è bassa e non fredda. Appena il cane entra con le zampe, o anche solo sfiora l’acqua con le zampe, lodatelo e dategli un premietto; ricollegherà il bagno al mare a una esperienza piacevole!
  • Percorrete con il cane a guinzaglio piccoli tratti, fino al momento in cui il cane non toccherà più e sarà costretto a nuotare, o quantomeno cercherà di stare a galla muovendo le zampe.
  • Se vi sentiti più sicuri potete equipaggiare il cane con un giubbotto salvagente.
  • Ricordatevi di portare il gioco preferito del vostro peloso, una pallina o un pupazzetto che possa distrarlo mentre è in acqua e che potrebbe dimostrarsi utili per richiamare la sua attenzione nel caso si allontanasse da voi.
  • Non forzate il cane ad entrare in acqua se vedete che non ha voglia; rischiate solo di intimorirlo.
  • Non entrate in acqua con il mare mosso o con forti correnti.
  • Dopo il bagno sciacquare immediatamente il cane con acqua dolce e controllare bene le orecchie.

Le razze che amano fare il bagno

  • American Water Spaniel
  • Barbet
  • Cao de Agua Portugues
  • Irish Water Spaniel
  • Lagotto Romagnolo
  • Perro de Agua Espanol
  • Spaniel Olandese
  • Labrador Retriever
  • Golden Retriever

Non molto adatti alla vita acquatica il Bulldog e il Basset Hound a causa del loro torace largo e delle zampe corte.

Cosa aspettate? Valigia, ombrellone e un bel bagno con il nostro amico a quattrozampe!

 

 

 

 

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!