Agrigento: trovati i corpi di tre cuccioli gettati da un’auto in corsa


Tre cuccioli di cane trovati sull’asfalto

Lunedì mattina a Naro in provincia di Agrigento tre volontarie hanno assistito a una scena di una crudeltà inaudita, una scena che speriamo vivamente di non imbatterci mai: i corpi di tre cuccioli di cane per strada, sull’asfalto brandelli di corpi, uno purtroppo è stato ritrovato già deceduto. Con molta probabilità i cani sono stati gettati con violenza sull’asfalto dal finestrino di un auto in corsa.

I due cuccioli sopravvissuti sono stati trasportati con urgenza in una clinica veterinaria a causa delle gravi ferite, ma uno di loro è morto a per emorragia interna e frattura della mandibola, ha dichiarato Rinaldo Sidoli, portavoce di Alleanza Popolare Ecologista (Ape).

Ape: “il Governo approvi con urgenza l’inasprimento delle pene”

Infliggere una tortura tale a degli esseri così indifesi è di una barbarie che lascia davvero senza parole, certi fatti non devono assolutamente passare inosservati: i colpevoli vanno trovati e puniti a dovere per aver strappato la vita troppo presto a questi cuccioli. Le leggi non sono ancora troppo dure, altrimenti non ci si permetterebbe di compiere gesti simili.

Con questo massacro si è passato ogni limite. È arrivato il momento che il legislatore inasprisca le pene per chi maltratta e uccide gli animali. Si può e si deve approvare con urgenza il DDL S. 1078 a firma del senatore Gianluca Perilli (M5S), calendarizzata l’8 maggio 2019 e assegnata alla 2ª Commissione permanente (Giustizia).

Il rafforzamento della normativa a tutela degli animali è previsto dal programma di Governo Pd-M5s, al punto 22, che parla di contrasto a ‘ogni forma di violenza e di maltrattamento nei loro confronti’. È arrivato il momento che la politica ascolti la crescente sensibilità al rispetto della biodiversità traducendo le promesse in fatti“.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!