Campobasso: cane Corso con le orecchie tagliate, denunciato il padrone


Denunciato un ragazzo per maltrattamento animali: il cane aveva le orecchie tagliate

I carabinieri di Santacroce di Magliano, Campobasso, hanno denunciato un ragazzo per maltrattamento animali. Il ragazzo si trovava in macchina ed è stato fermato dalle autorità per un controllo. Al momento degli accertamenti i carabinieri hanno notato che, sul sedile posteriore, c’era un cane Corso con le orecchie tagliate.

Il taglio delle orecchie è una pratica vietata e illegale, a meno che non sia giustificata da motivi prettamente sanitari. Nel momento in cui i carabinieri hanno chiesto spiegazioni, il ragazzo non è riuscito a dare una motivazione valida né a esibire un documento veterinario che attestasse il perché di tale amputazione.

Le forze dell’ordine, di conseguenza, hanno sequestrato immediatamente il cane, il quale è stato affidato temporaneamente a terzi. Le indagini sono ancora in corso: i carabinieri stanno svolgendo ulteriori accertamenti per trovare chi è stato l’esecutore che ha tagliato le orecchie al cane.

La conchectomia: un intervento doloroso e invasivo

La conchectomia, ovvero il taglio delle orecchie del cane, è un intervento doloroso e invasivo. La Convenzione europea per la protezione degli animali da compagnia ha vietato qualsiasi pratica di amputazione sugli animali, che sia orecchie o coda, ad eccezione dei casi con scopo curativo. I rischi di infezioni sono altissimi e in alcuni casi si rivelano anche letali per gli animali stessi.

Oltre essere vietato, modificare l’aspetto di un essere vivente per il proprio gusto personale è un fatto oltraggioso e contro la loro natura. Chi ama gli animali, chi sceglie di adottare un cane o un gatto, lo ama così per come è, incondizionatamente. Cambiereste mai una parte del corpo di vostro figlio perché non vi piace? La risposta sembra alquanto scontata.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

X