Cassazione condanna un uomo a una multa di 10.000 euro: si è rifiutato di curare il cane


Multa di 10.000 euro: l’uomo condannato per maltrattamenti animali

Un uomo 42enne di Gagliano del Capo, in provincia di Lecce è stato condannato per maltrattamenti di animali. La Cassazione ha ritenuto opportuno multare l’uomo con una cifra pari a 10.000 euro. Il motivo della condanna, sta nel fatto che si sia rifiutato di portare il cane in cura dal veterinario, nonostante fosse malato.

Il cane malato da tempo non è mai stato curato

Tutto è partito dai volontari del canile che hanno trovato il cane che vagava per strada da solo sofferente e abbandonato. Di conseguenza è stato preso e portato per fare alcuni accertamenti. Il medico veterinario durante il controllo ha scoperto che il cane aveva dermatite sparsa per tutto il corpo e diversi tumori mammari di grosse dimensioni, segno del fatto che certo non si trattava di una malattia recente.

Suprema Corte condanna l’uomo a pagare una multa

Alla luce dei fatti, la Suprema Corte ha dunque condannato l’uomo a pagare una multa per non aver mai portato il cane dal veterinario e di conseguenza avergli provocato tutta questa sofferenza. Forse e purtroppo a molte persone non è ancora chiaro che il possesso di un animale non è un gioco e che loro, esattamente come noi, hanno bisogno di cure e di attenzione, e da parte nostra è obbligatorio provvedere a loro da tutti i punti di vista. Come se fossero nostri figli.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

X