Edgard Perros: l’uomo che gira il Messico salvando cani randagi


L’uomo ha attraversato il Messico con un carretto salvando cani randagi

Edgardo Zuñiga Juarez, noto anche come Edgard Perros o “Salvatore dei cani”, ha attraversato il suo paese, il Messico, con un carretto salvando cani randagi. L’uomo ha raccontato al fotografo Stuart Williams di aver salvato circa 500 amici pelosi viaggiando per 14.000 chilometri. La vicenda è stata raccontata sul New York Post.

Nessuno aiuta i cani randagi“, ha detto Edgard, 49 anni, al fotografo . “Sono stato ispirato da altri che hanno lavorato per i diritti degli animali“, ha detto in un video girato da Williams.

Edgard iniziò il suo viaggio partendo da Bucerias, una cittadina vicino a Puerto Vallarta, sulla costa centro-pacifica del Messico. Una volta che i suoi cani vengono curati, ricevono anche vaccini; vengono sterilizzati o castrati e successivamente sono pronti per l’adozione.

Enzo, uno dei cani dell’equipaggio, ha dovuto farsi amputare una zampa dopo che un veterinario gli ha diagnosticato una grave infezione alle ossa. “Era in uno stato terribile con una doppia frattura: una alla spalla e una nel femore”. Per i cuccioli che non è riuscito a salvare, ha dato loro una morte dignitosa, restando al loro fianco fino al loro passaggio.

Di solito gli tengo compagnia fino a quando, in modo naturale, si addormentano per sempre“, ha detto l’uomo. Ma come fa quest’uomo a trovare le forze per andare avanti? “Ci sono sempre persone che ci aiutano, come veterinari e sostenitori degli animali che ci mandano delle donazioni” ha detto.

Una volta terminata la sua missione, lui e i suoi tre cuccioli potrebbero stabilirsi vicino a Città del Messico, “un luogo pieno di animali e abusi“, dove potrà continuare a fare la differenza nella vita di molti cani.

Edgard avrà bisogno di molto più aiuto per svolgere questo compito e soprattutto per cambiare un atteggiamento culturale che sia sempre più a favore degli animali e dell’ambiente, aggiungendo: “Spero che le nuove generazioni porteranno avanti la mia opera“.

Fonte e immagine in evidenza via New York Post.com

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!