Scopri in questo articolo se i cani soffrono il mal di testa e quali sono gli indizi per scoprirlo e aiutare così il nostro amico.

5 Giugno 2022 di Redazione

Pochi di noi ci pensano ma a volte, se il cane non ci ascolta, è scontroso o a disagio, forse è perché ha mal di testa. Ma quindi anche i cani ne soffrono? Scopriamo di più.

Indizi per capire se il cane ha mal di testa

Raramente ce ne accorgiamo perché, a differenza di altri disturbi come l’otite o il mal di pancia per esempio, i sintomi non sono visibili. E questo la dice lunga sul fatto che noi umani facciamo spesso fatica a sviluppare l’empatia che, al contrario, i nostri amici a quattro zampe mostrano con naturalezza. Quando stiamo male, infatti, in genere il cane si adegua al nostro stato e si mette accanto a noi, quasi a consolarci. Ma se è lui a non essere in forma senza però darlo a vedere in modo eclatante, ci stupiamo e ci innervosiamo se, magari, non esegue un esercizio come di consueto oppure non ha voglia di giocare e correre. Tra le cause potrebbe esserci il mal di testa, disturbo subdolo e a suo modo invalidante, anche per noi.

Ma allora quali sono gli indizi per capire se il cane ha mal di testa? Li elenchiamo di seguito.

  • se si mostra improvvisamente infastidito o facilmente irritabile quando cerchiamo di accarezzarlo sulla testa;
  • se socchiude gli occhi in presenza di luce;
  • se scuote spesso la testa;
  • se è ansioso;
  • se tiene le mascelle serrate;
  • se, quando si scuote, non coinvolge collo e testa nel movimento perché farlo gli provoca dolore;
  • se di solito è allegro, vivace, affettuoso e disponibile e all’improvviso sembra apatico, depresso e spento.

Misurare il battito

Per avere indicazioni più precise sul problema, possiamo misurare il battito cardiaco del nostro amico, anche senza apposito strumento. È sufficiente premere delicatamente con tre dita nel punto giusto: il pollice sulla parte esterna della coscia e l’indice e il medio su quella interna, a contatto con l’arteria femorale, comprimendola delicatamente contro il femore. Poi, si fa esattamente come per noi, cioè si contano i battiti per 15 secondi, si moltiplica per 4 e si ottiene la frequenza cardiaca al minuto.

Un cane adulto a riposo ha una frequenza cardiaca che va da 60 a 90 battiti al minuto. La frequenza in questione aumenta nel range citato in modo inversamente proporzionale alla taglia del cane: da grande a piccolo. Il dolore fa accelerare i battiti del cuore, anche del nostro. Quindi, se conosciamo la frequenza cardiaca normale del nostro amico e la misuriamo quando ci sembra a disagio trovandola più alta, probabilmente ha un dolore. E se sono presenti anche altri sintomi tra quelli sopra citati, potrebbe trattarsi del mal di testa. A questo punto dovremo portare il cane dal veterinario, perché solo lui è in grado di confermare la nostra teoria ed eventualmente stabilirne le cause e le cure.

Se hai trovato utile questo articolo, ti invitiamo a leggere anche: Insufficienza renale nel cane, ecco i sintomi.

Lascia un commento