I cani adottati in canile che prima erano randagi o che vivevano in isolamento spesso hanno paura del collare e del guinzaglio... cosa fare?

10 Novembre 2020 di Ilaria Aceto

La diffidenza verso il collare e il guinzaglio non è insolita nei nostri cani, tanto che alle volte anche i cuccioli, nonostante la loro natura aperta e curiosa, si mostrano turbati quando devono indossarli. Tuttavia, ci sono casi in cui la diffidenza diventa vero e proprio terrore e portare i nostri amici a quatto zampe a fare una passeggiata sembra impossibile.

Perché il nostro cane ha paura del collare e del guinzaglio?

Sono moltissimi i cani che rimangono anche per anni in canile, in attesa di essere adottai, in attesa di una famiglia che dia loro una seconda opportunità. Spesso hanno vissuto la maggior parte della loro vita isolati e abbandonati a se stessi e non hanno mai indossato un collare o un guinzaglio. Per questo, inizialmente ne hanno paura.

Innanzitutto, ad aver paura del collare sono per la maggior parte cani vissuti per molto tempo (alcuni addirittura fin da cuccioli) in una condizione di randagismo. Per sopravvivere hanno fatto ricorso alla possibilità di correre, fuggire o anche attaccare. Ogni limitazione alla loro libertà di movimento può dunque precipitarli in uno stato di angoscia e paura.

In secondo luogo, sono i cani vissuti in condizioni di isolamento, magari chiusi in una gabbia all’interno di un allevamento, ad aver paura del collare e del guinzaglio. Infatti, poiché hanno avuto pochi (o magari nessuno!) contatti con il mondo esterno, uscire in passeggiata e vedersi limitati nei movimenti li può terrorizzare a tal punto da paralizzarsi, piantandosi in mezzo alla strada e rifiutandosi di muoversi.

Infine, anche i cani che hanno subito maltrattamenti sono reticenti ad indossare il collare. La sensazione di avere qualcosa intorno al collo può ricordare loro le violenze subite. Ma non lasciamoci scoraggiare!

Come abituare i nostri cani al collare, passo dopo passo:

Come abbiamo visto, se il nostro cane è vissuto a lungo da randagio, il collare potrebbe spaventarlo molto. Tuttavia, è possibile abituarlo alla sua presenza e a farglielo indossare superando il trauma. Come? Associandolo a sensazioni positive. Ecco tutti i passi da compiere:

  • Munirsi di una cordicella leggera, legata a formare un anello molto più largo del collo del nostro amico di casa
  • Iniziare a somministrare bocconi di cibo attraverso questa corda, in modo che il nostro cane si abitui alla sua presenza e non la tema, associandola invece a una ricompensa, all’atto di nutrirsi
  • Man mano che il nostro amico a quattro zampe si abituerà alla cordicella, ridurne progressivamente la larghezza
  • Quando non ne avrà più timore, appoggiare la corda intorno al collo del nostro amico a quattro zampe mentre mangia
  • Lasciargliela addosso per diversi giorni e successivamente sostituirla con un collare. Il collare non deve assolutamente essere a strangolo, in quanto è molto rischioso per la salute dei nostri cani.

Attenzione: se il nostro cane ha subito maltrattamenti, invece del collare è consigliabile servirsi di una pettorina. Infatti, questa non fa pressione sul collo dell’animale, dunque evita di risvegliare il ricordo delle violenze subite.

Come abituarlo al guinzaglio?

Come nel caso del collare, anche per abituare il nostro amico di casa alla presenza del guinzaglio dobbiamo servirci del rinforzo positivo. L’obiettivo è quello di trasformarlo da strumento che impedisce la fuga a elemento d’unione tra il nostro cane e noi proprietari.

Possiamo quindi anche in questo caso iniziare associando la presenza del guinzaglio alla somministrazione di piccoli premi. Inizialmente tale operazione verrà compiuta all’interno della nostra abitazione e poi anche all’esterno.

Se il nostro amico a quattro zampe ha paura del mondo esterno, è opportuno evitare di esporlo a troppi stimoli nuovi tutti insieme. Piuttosto, è bene introdurre questi stimoli poco a poco nella vita nel nostro cane, associandoli sempre a una ricompensa. Man mano che la paura diminuirà, gli stimoli da sopportare al guinzaglio aumenteranno. Alla fine, il guinzaglio diventerà una strumento che dona sicurezza al nostro amico di casa e non il contrario.

Si tratta ovviamente di un percorso lungo e dovremo affrontare delle ricadute. Allo stesso tempo, però, vedere come il nostro cane aumenta la fiducia in se stesso quando siamo al suo fianco ci darà una soddisfazione immensa!

Lascia un commento