Il cane non vuole camminare: si tratta di un semplice capriccio o ci sono altri motivi? Ecco 5 possibili spiegazioni a questo comportamento.

20 Aprile 2022 di Redazione

Ci troviamo nel bel mezzo di una piacevole passeggiata e il nostro cane decide che non vuole più camminare: sembra che niente possa smuoverlo e convincerlo a proseguire. Si tratta di un semplice “capriccio” o ci sono altre possibili spiegazioni a questo comportamento? Scopriamolo insieme!

5 motivi per cui il cane non vuole camminare

Capita spesso ai proprietari di cani di dover interrompere una passeggiata perché Fido decide che non vuole più camminare. Ecco 5 motivi per spiegare questa presa di posizione.

Questione di addestramento

È il caso che riguarda con più frequenza i cuccioli che ancora non si sono abituati al guinzaglio e alle passeggiate guidate. L’addestramento deve avvenire gradualmente e richiede del tempo per essere integrato nelle abitudini del cucciolo. Ecco perché le prime sessioni possono durare massimo 20 min ciascuna ed è utile che siano all’insegna del divertimento: il cane dovrà associare la passeggiata a un’esperienza piacevole.

Guinzaglio, pettorina o collare sbagliati

È molto importante che il “kit da passeggio” sia quello giusto. Se lo spessore del collare e il peso del guinzaglio sono eccessivi per la taglia del cane accade che la camminata si faccia lenta e trascinata e il nostro amico sempre più stanco. Un modo per risolvere il problema può essere, per esempio, passare da un collare a strozzo ad una pettorina per cani: ci ringrazierà!

Paura e ansia dell’ignoto

Alcuni cani non hanno ricevuto il giusto addestramento alla socializzazione e potrebbero vivere la passeggiata con ansia e agitazione. Solitamente se il nostro cane si blocca per paura mentre cammina è probabile che abbia manifestato altri segnali di disagio in momenti diversi, ad esempio prima di uscire di casa o nell’incontro con altre persone o animali. La soluzione in questi casi è portare a piccoli passi il cane a recuperare fiducia in se stesso e nell’ambiente che lo circonda, premiandolo per ogni piccolo passo che compie.

Dolori articolari

Può capitare di scambiare l’atteggiamento del nostro cane per un “capriccio” quando in realtà il nostro amico ha un problema più serio di salute che rende l’atto di camminare una vera sofferenza. Problemi di questo tipo possono includere: dolori articolari e ortopedici, dolori legati all’età, lesioni dovute all’eccessiva attività fisica, malattie trasmesse dalle zecche e persino alcuni tipi di cancro. Se l’interruzione del passo avviene in modo improvviso può trattarsi di una lesione e occorre portare subito il cane dal veterinario per accertamenti.

Asfalto rovente

Accade, soprattutto d’estate quando l’aria è particolarmente calda, che il nostro cane interrompa la camminata perché l’asfalto ha raggiunto temperature insostenibili. Questo è un aspetto che non tutti i proprietari di cani tengono sempre a mente purtroppo. Ecco perché è così importante ribadirlo: le temperature estive sono davvero problematiche per i nostri animali e in alcuni casi possono risultare fatali.

Se questo contenuto ti è piaciuto, leggi anche: Perché i cani girano su se stessi prima di accucciarsi?

Lascia un commento