Il più grande disastro forestale salvato da tre cani


Le fiamme hanno distrutto ogni cosa: alberi, case, vite di animali e persone

Era il 2017 quando gli incendi hanno colpito il Cile devastando la città di Santa Olga. Le fiamme hanno distrutto ogni cosa: alberi, case, vite di animali e persone. L’accaduto è stato descritto come il “più grande disastro forestale” del Paese.

Le case potevano essere ricostruite, ma il problema principale era la perdita delle foreste. Diversi mesi dopo l’incendio, nessuno degli animali era tornato in quella foresta, tutta la vegetazione era stata ridotta a mucchio di macerie e cenere. Nessuna speranza che lì potesse ritornare la vita

Le foreste iniziano a rinascere: i tre eroi Border Collie e la loro padrona

Francisca Torres, responsabile di un’organizzazione ambientalista incentrata sul benessere degli animali, ha pensato che qualcosa si poteva fare grazie all’aiuto di sua sorella Constanza e dei suoi tre cani Border Collie.

Per far rinascere i campi, Francisca e sua sorella hanno deciso di attrezzare Das, la Border collie di 6 anni, e le sue due cucciole, Olivia e Summer, con zaini speciali pieni di semi d’albero e di farle correre per le foreste bruciate, spargendo così i semi sul loro percorso. I tre cani, che sono in grado di coprire circa 30 km al giorno senza fatica, sono riusciti a salvare la foresta e riportare la speranza sia alle persone che agli animali, di ritrovare rifugio e una casa ancora una volta.

Un’idea geniale: erba e piante hanno iniziato a crescere . E il merito è tutto di questi tre piccoli grandi eroi, inconsapevoli di essere responsabili della rinascita di un intero territorio.

Immagine in evidenza via Facebook

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!