Iva invariata: prodotti veterinari e integratori restano al 22%


Nessuna modifica IVA per i prodotti veterinari da banco

Nessuna modifica al regime IVA per i prodotti veterinari da banco e per gli integratori alimentari dei pet. L’emendamento presentato dai senatori LEU Loredana De Petris, Vasco Errani, Pietro Grasso e Francesco Laforgia per portare questi beni in fascia agevolata, cioè al 10% di imposta, è decaduto insieme alle tante altre proposte.

Resta quindi invariata la Tabella A (aliquota IVA al 10%) e resta confermata la posizione dell’Agenzia delle Entrate recentemente ribadita in fatto di aliquota IVA per gli integratori alimentari destinati a cani e gatti. L’Agenzia delle Entrate ha precisato che le spese sostenute per i mangimi speciali per animali da compagnia prescritti dal veterinario, non potranno essere detraibili, “poiché non possono essere considerati farmaci, ma prodotti appartenenti all’area alimentare”.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!