La mostra “Cani in posa. Dall’antichità ad oggi”


Mostra sui cani: la presenza del cane nell’universo figurativo occidentale

La mostra “Cani in posa. Dall’antichità ad oggi”, inaugurata il 20 ottobre 2018 alla Reggia di Venaria, Torino, sarà prorogata fino al 19 maggio 2019. La mostra sui cani è una raccolta di manufatti, sculture, dipinti, incisioni, disegni e fotografie opera di specialisti animalisti e di alcuni fra i massimi artisti di tutti i tempi, dall’età classica ad oggi.

Il tema è la presenza del cane nell’universo figurativo occidentale. Nonostante sia stato per lo più un motivo accessorio nella pittura di storia, questo compagno fedele dell’uomo si è guadagnato nel tempo una sua propria autonomia iconografica. Il cane è l’animale più rappresentato nella storia dell’arte, a dimostrazione del profondo legame affettivo ed empatico che li unisce, travalicando sovente gli aspetti del decoro formale.

La mostra è divisa in 5 sezioni

L’esposizione è articolata in cinque grandi sezioni: Cani nell’antichità, con sculture e manufatti della civiltà greco-romana, Cani in posa, con ritratti di cani, in posa o in azione (XVI-XXI secolo), Cani, uomini e donne in posa, ove uomini, donne e bambini sono ritratti a fianco di uno o più cani (XVI-XXI secolo), Cani in scena, ove il cane è inserito all’interno di episodi storici, di vita reale, religiosa o allegorica, come presenza costante accanto alla vita dell’uomo (XVI-XXI secolo); Cani immaginari, ove l’immagine del cane è trasfigurata attraverso la fantasia degli artisti, compreso il mondo del fumetto (XVI-XXI secolo).

Sono presenti opere di insigni artisti tra ‘500 e ‘700, come Jacopo Bassano, Frans Snyders, Luca Giordano, Sebastiano Ricci, Giovan Battista Tiepolo, Antonio Canova, fino a contemporanei come Eliott Erwitt, Keith Haring e molti altri.

L’esposizione, a cura di Francesco Petrucci, è organizzata da Glocal Project Consulting S.R.L. e Consorzio delle Residenze Reali Sabaude, da un’idea di Fulco Ruffo di Calabria.

Orari

Lunedì chiuso.

Da martedì a venerdì: 9 – 17. Sabato, domenica e festivi: dalle 9 – 18.30.

Biglietti

Intero: 12 euro.

Ridotto: 10 euro.

Gruppi di min. 12 persone,  maggiori di 65 anni e quanti previsti da Gratuiti e Ridotti.

Ridotto: 6 euro.

Under 21 (ragazzi dai 6 ai 20 anni) e universitari under 26.

Scuole: 3 euro.

Classi minimo di 12 studenti, ingresso gratuito per 2 accompagnatori ogni 27 studenti.

Gratuito: minori di 6 anni e quanti previsti da  Gratuiti.

Diritti di prenotazione sull’acquisto dei titoli d’accesso per i gruppi: 10 euro a gruppo – 5 euro a classe.

Per informazioni e prenotazioni: Tel. + 39 011 4992333 – www.lavenaria.it

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!