Malattie e vaccinazioni ai cani: come comportarci?


Cosa, Quali, quante sono e rischi e benefici collegati.

Ogni cane è un soggetto a sé, per caratteristiche e storia, anche sotto il profilo della salute. Esistono però delle gravi malattie che possono colpire i cani senza distinzioni. Scopriamo quali sono:

Le quattro temibili sono:

Cimurro

Epatite

Parvovirosi

Leptospirosi

Cosa sono le vaccinazioni?

Le vaccinazioni ai cani vengono effettuate per creare uno stato immunitario per le malattie. Grazie all’attivazione delle componenti del sistema immunitario a rispondere meglio ad uno specifico agente patogeno. Vaccinare vuol dire aiutare il nostro amico ad essere più forte e resistente alle malattie, anche a quelle più temibili. Ciò che ci può spingere a intraprendere un piano vaccinale per il proprio animale può essere dettato da:

1- Tutela della sua salute. Il vaccino può avere delle controindicazioni ma è sicuramente meno rischioso delle malattie per cui viene iniettato

2- Rafforzare il suo sistema immunitario.

3- Tutelare noi stessi. Ricordiamoci che alcune di queste malattie possono essere trasmesse all’uomo.

Quali vaccinazioni fare e quali no?

La legge italiana, al momento, non prevede che ci siano vaccini obbligatori per i cani sul territorio. Tuttavia in linea con le linee guida stabilite dalla World Small Animal Veterinari Association, che determinato il piano di vaccinazioni “core”, e i vaccini classificati come “non-core” (consigliati dai veterinari),possiamo definire un quadro completo delle possibilità offerte su territorio in tema di vaccini.

Quali vaccini fare al cane e quali no è una decisione che deve essere presa in piena consapevolezza e seguendo le indicazioni del veterinario. Il medico definirà, confrontandoci con noi, quali percorsi vaccinali intraprendere.

Il piano vaccinale

Seguire un piano vaccinale significa garantire al nostra amico salute e benessere, fin da cucciolo. Ecco uno schema riassuntivo che ci aiuterà a capire meglio quali sono le vaccinazioni “core” e “non-core” e a che età vanno somministrate e con che frequenza.

Le vaccinazioni “core” sono:

Cimurro

Epatite infettiva (Adenovirosi)

Parvovirosi

Vaccinazioni “non-core” sono:

Leptospirosi

Parainfluenza

Leishmaniosi

Rabbia (raccomandata soprattutto se si viaggia molto all’estero)

Bordetella bronchispetica

Malattia di Lyme

Piroplasmosi

Coronavirus canino

Herpesvirus canino

Quali sono i costi della vaccinazione?

Il costo dei vaccini per il cane è sicuramente una voce che deve essere considerata nel budget annuale dedicato al nostro amico. Il costo varia a seconda del tipo di vaccino, della marca, regione, tariffario del veterinari, in media possono partire dai 20 euro fino ai 50 euro, ma arrivano anche 70-100 euro o più per vaccini come la Piroplasmosi o la Leishmaniosi. Il costo è a vaccino.

Rischi o non rischi?

Nessuna vaccinazione è priva di rischi per la salute del cane: in particolare i soggetti di piccola taglia, sterilizzati e di sesso femminile sono più predisposti all’insorgenza di reazione avverse. Le comuni controindicazioni possono essere: un lieve malessere e gonfiore nella zona dell’iniezione. Ci sono anche casi più gravi ma estremamente rari, come il caso di uno shock anafilattico (molto rara ma letale).

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!