Bovaro dell’Appenzell


Insieme al Bovaro del Bernese e a quello dell’Entlebuch rappresenta la triade dei bovari svizzeri, conosciuti in Italia, però, soprattutto per il Bovaro del Bernese. Abituato storicamente a lavorare, oggi può essere un buon compagno di vita.

Cosa fa meglio

E’ stato custode del bestiame.

Malattie frequenti

Nessuna di rilievo

Cuccioli

Non fatelo sforzare da cucciolo. Oltre ai consigli, validi un po’ per tutte le razze, di curare in modo particolare la socializzazione con altri cani e persone estranee alla cerchia familiare, nel caso del Bovaro dell’Appenzell occorrerà prestare attenzione a non forzare il suo apparato muscolo-scheletrico nei primi mesi di vita. Attenzione dunque a non farlo saltare, magari giù dal baule della macchina, e alle scale di casa. Evitare poi sforzi prolungati, almeno fino al primo anno di vita.

Caratteristiche

  • Taglia: Grande
  • Pelo: Grande
  • Colori: Nero o marrone con macchie simmetriche e regolari color fuoco e bianco.
  • Costo nutrizione: Medio
  • Adatto ai bambini: Normale
  • Adatto allo sport: Normale

Origine

Discende probabilmente dai molossi allevati in Tibet e addestrati dai pastori romani per diversi scopi. Nel tempo ha svolto compiti di custode delle mandrie di tori e di guardiano, divenendo nel tempo un compagno pressoché insostituibile. In modo particolare il suo addestramento lo portava a poter ricondurre in stalla anche gli animali più nervosi e recalcitranti, mordendoli ai garretti e sottraendosi alle loro pericolose corna tramite fulminei scatti laterali.

Carattere

Carattere forte e fiero. L’Appenzeller moderno è un cane che impara in fretta i comandi e che li esegue con grande rapidità e precisione. Tendenzialmente docile alla volontà dell’uomo e piuttosto distaccato verso gli altri animali, necessita di un padrone che sia in grado di gestire il suo carattere forte e fiero.

Attenzione alla crescita. E’ un cane che ha una crescita piuttosto rapida. Per questo l’alimentazione prima del cucciolo e poi del cucciolone va curata con particolare attenzione, offrendogli mangimi specifici per cani di taglia medio-grande.
Usate la spazzola. Richiede un minimo di cure: per il mantello sarà sufficiente qualche spazzolata periodica.
Nome originale:
Bovaro dell’Appenzell
Nazione:
Svizzera
Altezza garrese Maschio max:
56.0
Altezza garrese Maschio min:
52.0
Altezza garrese Femmina max:
54.0
Altezza garrese Femmina min:
50.0
Peso Maschio max:
25.0
Peso Maschio min:
22.0
Peso Femmina max:

Peso Femmina min:

Club Razza:
Club Italiano Amatori Bovari Svizzeri
Mantello:
Pelo di copertura fitto e brillante. Sottopelo fitto
Coda:
Inserita piuttosto alta, di media lunghezza, tenuta arrotolata di lato sulla groppa in azione.
Caratteristiche:
Custode e guida innata del bestiame, difensore fedele e incorruttibile del padrone. Facile da educare come cane da difesa, da intervento sanitario, da valanghe e in occasione di calamità naturali.
Standard:

Di taglia media, dall’espressione maliziosa, dal corpo ben proporzionato in tutte le sue parti, quasi quadrato, muscoloso e vivace.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *