Cane di Cheope


E’ noto in tutto il mondo per il fatto di non abbaiare ma di mettere un suono simile al tipico canto tirolese. Per il resto, ad esempio in Italia, resta un cane raro.

Cosa fa meglio

Può essere usato per la caccia

Malattie frequenti

Nessuna di rilievo.

Cuccioli

Per il Basenji valgono i consigli, validi un po’ per tutte le razze, di curare in modo particolare la socializzazione con altri cani e persone estranee alla cerchia familiare.

Caratteristiche

  • Taglia: Media
  • Pelo: Corto
  • Colori: Nero puro e bianco, rosso e bianco, nero e focato e bianco; tigrato : strisce nere su fondo rosso.
  • Costo nutrizione: Basso
  • Adatto ai bambini: Normale
  • Adatto allo sport: Normale

Origine

Ha una storia antichissima. Pare infatti che sia stato regalato dagli abitanti delle rive del Nilo ai faraoni vissuti 40 secoli fa, e per questo il Basenji viene ancora oggi chiamato il “cane di Cheope”. Da quell’epoca fino ad oltre la metà del XIX secolo non si seppe poi più nulla. Dopo il 1870, invece, alcuni esemplari furono ritrovati da esploratori giunti fino all’interno del Congo: qui il Basenji veniva impiegato per la caccia. Venne portato in Europa per la prima volta nel 1895 e poi ancora nel 1937 in Inghilterra. Qui diedero origine alle moderne linee di sangue europee.

Carattere

Lo standard precisa che ci troviamo di fronte ad un cane intelligente, autonomo ma affettuoso, attivo e piuttosto diffidente con gli estranei. Insomma ci troviamo di fronte ad un “tipetto” che, nonostante la taglia contenuta, sa farsi valere e spesso ottenere quello che vuole. Per questo motivo richiede la presenza di un padrone che non solo sappia amare le sue caratteristiche di razza – certo poco comuni – ma anche saper imporre una certa disciplina di base che permetta ad entrambi di convivere nel miglior modo possibile.

Il Basenji non ha particolari esigenze in fatto di alimentazione. Sarà pertanto sufficiente usare del mangime di qualità fin da cucciolo.
Non presenta particolari patologie. Va spazzolato circa una volta alla settimana.
Nome originale:
Basenji
Nazione:
Africa Centrale
Altezza garrese Maschio max:
43.0
Altezza garrese Maschio min:

Altezza garrese Femmina max:
40.0
Altezza garrese Femmina min:

Peso Maschio max:
11.0
Peso Maschio min:
9.5
Peso Femmina max:
11.0
Peso Femmina min:
9.5
Club Razza:
Basenji Italiuan Club
Mantello:
Corto, lucente e fitto, molto fine. Pelle molto soffice.
Coda:
Attaccata alta e arrotolata in un boccolo chiuso.
Caratteristiche:
La caratteristica più nota del Basenji (e tale da averlo reso celebre in tutto il mondo) è il fatto che non abbai quasi mai; tende invece ad emettere un verso stridulo simile al tradizionale canto tirolese. I cuccioli hanno una caratteristica tutta loro: quando vogliono invitare qualcuno a giocare, alzano la zampa anteriore e la portano fino a dietro l’orecchio – quasi volessero grattarsi. Ripetono questa azione fino a quando non ottengono l’attenzione voluta.
Standard:

Cane dalla costruzione leggera, ossatura fine, aspetto aristocratico, alto sulle zampe in rapporto alla lunghezza del corpo sempre in equilibrio, vispo ed intelligente. Testa rugosa, con orecchie dritte, fieramente portata su un collo ben tornito. Petto ben disceso con linea inferiore che si prolunga in un fianco ben marcato. Presenta l’immagine di un cane ben proporzionato che ha la grazia di una gazzella.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *