Setter Irlandese rosso


Cane da ferma di grande bellezza ed eleganza.

Cosa fa meglio

E’ un ottimo cane da ferma e, con il giusto proprietario, da famiglia.

Malattie frequenti

Nessuna di rilievo.

Cuccioli

Il carattere dolce e sensibile ma anche vivace e determinato del Setter Irlandese rende necessario per lui un padrone che abbia un pugno di ferro in un guanto di velluto. Se il padrone dovesse agire in modo brutale, infatti, non ubbidirebbe, ma ha bisogno di essere controllato sin da cucciolo, con dolcezza ma anche con fermezza, a causa della grande vitalità.
Come con tutte le razze, anche le più dolci e minute, è consigliabile fare con il cucciolo un corso di educazione di base, per imparare a comunicare al meglio ed evitare che si instaurino abitudini sbagliate.

Caratteristiche

  • Taglia: Grande
  • Pelo: Lungo
  • Colori: Castano-dorato, senza traccia di nero.
  • Costo nutrizione: Medio
  • Adatto ai bambini: Normale
  • Adatto allo sport: Molto

Origine

Il Setter Irlandese è stato selezionato verso gli inizi del Milleottocento in Irlanda incrociando l’Épagneul e il vecchio Spaniel  Irlandese e, in tempi successivi, è stato migliorato immettendo sangue di Setter inglese, di Epagneul d’acqua, di Setter Gordon e anche di Pointer. I primi soggetti erano più bassi sugli arti, più tozzi e pesanti, piuttosto corti e con torace largo e potente, ben diversi dall’elegante cane di oggi. Dalla metà del Milleottocento gli allevatori operarono per ottenere un cane più agile e veloce; inizialmente i colori prevalenti nel Setter Irlandese erano il bianco e rosso o il nero-focato ma dal 1860, quando divennero anche cani da esposizione, il colore rosso fu preferito, e da tale anno i Setter Irlandesi e Inglesi furono presentati separatamente alle mostre canine. Nel 1885 a Dublino fu redatto il primo standard della razza, nel quale fu prescritto che il mantello dovesse essere rosso. Alla fine dell’Ottocento l’originaria colorazione rossa e bianca era così rara che si temette l’estinzione, ma negli anni Venti del secolo scorso si fecero degli sforzi per ricostruire la razza che, nel 1944. era abbastanza ricostituita da avere un suo proprio Club. Ora entrambe le razze sono ben diffuse in tutto il mondo.

Carattere

Il Setter Irlandese è nato come cane da caccia specializzato nella ferma e ancora oggi possiede tutte le caratteristiche che hanno fatto di lui un protagonista vincente delle prove a “grande cerca” organizzate negli anni del primo dopoguerra: la velocità, la ferma nobile e sicura e l’incredibile olfatto. Fin dalla sua prima apparizione in Italia, alla fine del Milleottocento, il magnifico aspetto e il carattere affettuoso e dolce lo hanno fatto divenire anche un eccellente cane da compagnia. In questo ruolo molti esemplari vivono oggi nelle case dei loro padroni, con i quali condividono la vita familiare e la quotidianità; con i bambini sono pazienti compagni di giochi sempre pronti a scatenarsi in folli corse assieme ai loro piccoli amici. Il temperamento di questi cani, in particolare quelli mogano, è molto “ Irlandese” e per questo sono sì affettuosi e docili ma anche impetuosi e irruenti. Grazie alla notevole intelligenza, al fisico atletico e alla grande resistenza possiamo addestrare il nostro amico a qualsiasi disciplina sportiva.

Hanno bisogno del giusto moto e di una dieta corretta. Dovremo nutrirli con un’alimentazione sana ed equilibrata. L’ideale sono i cibi studiati per la razza o la taglia, somministrati in quantità proporzionale allo stile di vita del cane (più è sedentario, più dovremo tener leggera la sua dieta). Da evitare assolutamente bocconcini dalla nostra tavola e possibilmente i cibi fatti in casa. È molto importante che il cane abbia un’alimentazione adatta alla sua età oltre che al suo stile di vita. Un cucciolo infatti ha bisogno di un nutrimento diverso da quello di un adulto, che a sua volta ha esigenze differenti da quelle di un cane anziano. Non diamo se possibile da mangiare al cane in un’unica soluzione ma suddividiamo la sua razione giornaliera (che va stabilita con il veterinario in modo da evitare problemi di peso) in almeno due pasti al giorno o meglio ancora tre. Il cibo andrebbe somministrato a orari regolari, uguali tutti i giorni. Il nostro cane deve avere sempre a disposizione acqua fresca nella ciotola, in particolare nella stagione calda ma anche durante l’inverno. Il peso va tenuto sotto controllo regolarmente. Essere troppo pesante è infatti un rischio per il cane, non solo dal punto di vista della salute ma anche da quello del carattere, perché lo porta ad avere una vita meno attiva e stimolante.
Il Setter Irlandese è in genere un cane robusto e sano ma ha bisogno di sfogare la sua norme energia correndo liberamente in spazi aperti molto grandi, nei quali si butterà a perdifiato e senza mai stancarsi grazie alla notevole resistenza. Se vorremo averne un esemplare per compagno dobbiamo sapere che vanno messe in conto lunghe scampagnate con una certa frequenza. Lo splendido mantello si mantiene in ordine con un paio di spazzolate a settimana, nelle quali dovremo avere cura di dipanare gli eventuali nodi che dovessero essersi formati. è inoltre importante controllare che le orecchie siano pulite e senza lacerazioni. Cerchiamo di mantenere una buona igiene orale e facciamo dei controlli regolari per evitare la formazione di tartaro. Come per tutte le razze sono fondamentali le vaccinazioni annuali, oltre a regolari protezioni antiparassitarie (anche i cani che vivono in un ambiente pulito e casalingo possono essere attaccati dai parassiti!) e contro la Filariosi Cardio Polmonare.
Nome originale:
Setter Irlandese rosso
Nazione:
Irlanda
Altezza garrese Maschio max:
67.0
Altezza garrese Maschio min:
58.0
Altezza garrese Femmina max:
62.0
Altezza garrese Femmina min:
55.0
Peso Maschio max:
30.0
Peso Maschio min:

Peso Femmina max:
20.0
Peso Femmina min:

Club Razza:
Società Italiana Setter
Mantello:
Il pelo deve essere corto e fine sul cranio, sulla punta dell’ orecchio e sulla parte anteriore delle gambe, sulle altre parti del corpo deve essere di moderata lunghezza liscio il più possibile né ondulato né riccio.
Coda:
Spessa alla radice, va assottigliandosi in una punta fine. Le frange (o bandiera) che partono vicino all’inserzione della coda, sono lunghe e diritte e diminuiscono di lunghezza fino all’estremità.
Caratteristiche:
Distinto  e atletico pieno di qualità, dall’espressione amichevole. Armonico nelle proporzioni.
Standard:

Testa: lunga e asciutta, e non troppo pesante agli orecchi. Muso e cranio di uguale lunghezza e su linee parallele.

Cranio: ovale (da orecchio a orecchio), con gran spazio per il cervello, e con protuberanza occipitale ben marcata. Arcate sopraccigliari marcate.

Stop: ben definito

Tartufo: il colore è mogano scuro, noce scuro o nero. Narici ampie.

Muso: moderatamente profondo e piuttosto quadrato all’estremità. Dallo stop alla punta del tartufo, lungo, con labbra non pendule.

Mascelle: di lunghezza quasi uguale.

Denti: chiusura a forbice.

Occhi: nocciola scuro o marrone scuro; non dovrebbero essere troppo grandi.

Orecchi: di media misura, di tessitura fine, attaccate basse e bene indietro, pendenti in una piega netta aderenti alla testa.

COLLO: moderatamente lungo, molto muscoloso, non troppo spesso, leggermente arcuato, senza rilassamenti alla gola.

CORPO: proporzionato alla taglia del cane.

Rene: muscoloso e leggermente arcuato.

Torace: profondo, piuttosto stretto davanti, con costole ben cerchiate, per lasciare molto spazio ai polmoni.

CODA: diritta o leggermente a scimitarra: non deve superare il garretto. E’ portata orizzontalmente o sotto la linea del dorso. Spessa alla radice, va assottigliandosi in una punta fine. Le frange (o bandiera) che partono vicino all’inserzione della coda, sono lunghe e diritte e diminuiscono di lunghezza fino all’estremità.

ARTI ANTERIORI:

Spalle: sottili in punta, profonde e ben inclinate dietro.

Gomiti: liberi e ben abbassati, non rigirati in dentro né in fuori.

Avambraccio: diritto e con tendini evidenti, con buona ossatura.

ARTI POSTERIORI: ampi e potenti.

Gambe: lunghe e muscolose dalle anche al garretto: dal garretto ai talloni corte e forti.

Ginocchio: ben angolato.

Garretti: non deviati in dentro né in fuori.

PIEDI: piccoli, molto fermi, con dita forti, arcuate e ben chiuse.

ANDATURA: movimento sciolto, possente. Testa tenuta alta. Anteriori con buon allungo, ma tenuti bassi. Posteriore con grande spinta. Inaccettabili gli arti che s’incrociano.

MANTELLO
Sulla testa, parte anteriore degli arti, e punte degli orecchi, il pelo è corto e fine; sulle altre parti del corpo e degli arti, di moderata lunghezza, piatto e possibilmente privo di riccioli o ondulazioni. Frangia sulla parte superiore degli orecchi lunga e serica; sul dietro degli arti anteriori e posteriori lunga e fine; buona abbondanza di pelo sul ventre, formando frangia che può estendersi fino al petto e gola. Gli spazi interdigitali sono ben forniti di pelo. La coda ha una frangia di pelo moderatamente lungo, che diminuisce in lunghezza a mano a mano che si avvicina alla punta. Tutte le frange sono diritte e piatte.

COLORE: ricco castano dorato senza traccia di nero; non sono da squalificare il bianco sul petto, gola e dita; o piccola stella sulla fronte o stretta striscia sul naso o muso.

TAGLIA

Altezza al garrese:

Maschi   da  58  a  67  cm

Femmine  da  55  a  62  cm

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *