Zwergpinscher


Rappresenta la versione miniaturizzata del Pinscher. Tipico cane da compagnia, vivace e chiacchierone, perfetto per vivere in spazi piccoli.

Cosa fa meglio

Allegro compagno con spiccata attitudine alla guardia.

Malattie frequenti

Nessuna di rilievo.

Cuccioli

Lo Zwergpinscher è molto attaccato al padrone e alle persone della sua famiglia, che difenderà con coraggio e tenacia contro qualsiasi aggressione. E’ però molto orgoglioso e non accetta facilmente rimproveri immotivati o esageratamente bruschi, quindi la sua educazione va curata con fermezza, coerenza ma anche molta dolcezza fin dal suo arrivo in casa. Se prenderemo uno Zwergpinscher dovremo anche preventivare che non è un cane che può essere lasciato da solo in casa per ore: sarà bene organizzare la vita di famiglia di conseguenza.
Come con tutte le razze, anche le più dolci e minute, è consigliabile fare con il cucciolo un corso di educazione di base, per imparare a comunicare al meglio ed evitare che si instaurino abitudini sbagliate.

Caratteristiche

  • Taglia: Piccola
  • Pelo: Corto
  • Colori: Unicolore (rosso cervo, rosso bruno fino al marrone scuro) o Nero focato (nero lacca con focature rosse o marroni).
  • Costo nutrizione: Basso
  • Adatto ai bambini: Normale
  • Adatto allo sport: Normale

Origine

Secondo le tesi più accreditate teorie degli studiosi, lo Zwergpinscher deriva da un ceppo molto antico e presente in Europa forse da millenni. Da questo ceppo derivano tutti i cani di tipo Pinscher (Zwergpinscher, Pinscher, Dobermann) e anche gli Schnauzer delle tre taglie, che a parte il pelo presentano ancora oggi caratteristiche simili. Quindi ricapitolando diciamo che dallo stesso cane primitivo hanno avuto origine : il pinscher (in seguito anche lo zwergpinscher ),il doberman e lo schnauzer. Lo zwergpinscher deriva dal pinscher medio ed entrambi vennero selezionati nella Germania del sud.
La prima apparizione ufficiale del pinscher medio avvenne nel 1879 ma è lo Zwergpinscher ad aver avuto i maggior successo internazionale, anche se è stato sviluppato solo in un momento successivo, verso la fine del secolo.

Carattere

Nonostante la taglia contenuta, lo Zwergpinscher conserva il temperamento fiero e orgoglioso della varietà media, oltre che un istinto alla caccia molto accentuato. Questa predisposizione alla caccia ai piccoli nocivi lo ha fatto e lo fa ancora oggi apprezzare nelle casa di campagna, nelle quali tali fastidiosi animali sono frequenti. Data la straordinaria intelligenza, impara con estrema facilità e per questo non pochi esemplari partecipano alle gare di Agility e di Obedience. Con gli estranei è inizialmente diffidente ma se poi concede fiducia li accoglierà sempre cordialmente. Con i bambini è gentile e gioca volentieri ma vuole essere rispettato. Con gli altri cani sconosciuti, specie il maschio, potrebbe essere rissoso, mentre con i suoi simili che conosce è tranquillo e socievole (deve però essere ben socializzato fin da cucciolo).

I Pinscher nani hanno una certa tendenza a ingrassare che va tenuta sotto controllo con il giusto moto e una dieta corretta. Dovremo nutrirli con un’alimentazione sana ed equilibrata. L’ideale sono i cibi studiati per la razza o la taglia, somministrati in quantità proporzionale allo stile di vita del cane (più è sedentario, più dovremo tener leggera la sua dieta). Da evitare assolutamente bocconcini dalla nostra tavola e possibilmente i cibi fatti in casa. È molto importante che il cane abbia un’alimentazione adatta alla sua età oltre che al suo stile di vita. Un cucciolo infatti ha bisogno di un nutrimento diverso da quello di un adulto, che a sua volta ha esigenze differenti da quelle di un cane anziano. Non diamo se possibile da mangiare al cane in un’unica soluzione ma suddividiamo la sua razione giornaliera (che va stabilita con il veterinario in modo da evitare problemi di peso) in almeno due pasti al giorno o meglio ancora tre. Il cibo andrebbe somministrato a orari regolari, uguali tutti i giorni. Il nostro cane deve avere sempre a disposizione acqua fresca nella ciotola, in particolare nella stagione calda ma anche durante l’inverno. Il peso va tenuto sotto controllo regolarmente. Quando spazzoliamo e accarezziamo il nostro cane verifichiamo che la pancia non sia troppo grossa e che si sentano le costole palpandola. Se il nostro amico ci sembra soprappeso, non esitiamo a portarlo dal veterinario e a decidere con lui una strategia alimentare e un regime di moto che gli permettano di riconquistare il giusto peso. Essere troppo pesante è infatti un rischio per il cane, non solo dal punto di vista della salute ma anche da quello del carattere, perché lo porta ad avere una vita meno attiva e stimolante.
La gestione di uno Zwergpinscher è estremamente facile, poiché si tratta di un cane molto robusto nonostante l’apparenza gracile. Ha bisogno di poche cure e per mantenere in ordine il mantello basta qualche bella spazzolata un paio di volte alla settimana. Ha però la necessità di fare molto movimento perché deve mantenere tonica la muscolatura e anche restare in linea. Come con tutte le razze, la miglior garanzia di una buona salute e dell’assenza di problemi genetici è affidarsi a un allevatore serio e competente. Come per tutte le razze sono anche fondamentali le vaccinazioni annuali, oltre a regolari protezioni antiparassitarie (anche i cani che vivono in un ambiente pulito e casalingo possono essere attaccati dai parassiti!) e contro la Filariosi Cardio Polmonare.
Nome originale:
Zwergpinscher
Nazione:
Germania
Altezza garrese Maschio max:
30.0
Altezza garrese Maschio min:
25.0
Altezza garrese Femmina max:
30.0
Altezza garrese Femmina min:
25.0
Peso Maschio max:
6.0
Peso Maschio min:
4.0
Peso Femmina max:
6.0
Peso Femmina min:
4.0
Club Razza:
Club Italiano Schnauzer e Pinscher
Mantello:
Corto e fitto, liscio, chiuso e lucido senza zone prive di pelo.
Coda:
Naturale.
Caratteristiche:
Lo zwergpinscher è la copia ridotta del pinscher tedesco, senza comunque presentare alcun segno di nanismo. La sua elegante costruzione quadrata è chiaramente visibile grazie al suo pelo corto e liscio.
Standard:

ASPETTO GENERALE:

Lo zwergpinscher è la copia ridotta del pinscher tedesco, senza comunque presentare alcun segno di nanismo. La sua elegante costruzione quadrata è chiaramente visibile grazie al suo pelo corto e liscio.

PROPORZIONI IMPORTANTI:

Il rapporto tra l’altezza al garrese e la lunghezza del corpo deve conferire un aspetto più quadrato possibile.

La lunghezza totale della testa (misurata dall’estremità del tartufo alla cresta occipitale) corrisponde alla metà della lunghezza del dorso (misurata dal garrese all’ attaccatura della coda)

COMPORTAMENTO/TEMPERAMENTO:

Vivace, brioso, sicuro di sé e di temperamento equilibrato. Queste qualità lo rendono un gradevole cane da compagnia e per la famiglia

TESTA

Cranio: forte, allungato con occipite poco saliente. L’osso frontale è piatto con pelle ben tesa, la linea orizzontale della fronte deve essere parallela alla linea superiore del muso

Stop: leggero, ma ben definito

Tartufo:ben sviluppato e nero

Muso: termina a tronco di cono, la canna nasale è rettilinea

Labbra: nere, ben aderenti e piatte contro le mandibole, la commessura labiale è poco evidente

Denti:mandibole e mascelle forti. La dentatura a forbice completa (42 denti forti e bianchi secondo la formula dentaria del cane) è forte e in grado di chiudere saldamente. Il muscolo massetere è ben sviluppato ma non tanto da far sembrare le guance troppo in rilievo per non alterare l’ aspetto della testa

Occhi: scuri, ovali con palpebre pigmentate di nero ben aderenti al globo oculare

Orecchie:erette pendenti, attaccate alte a  forma di v rovesciata, sono portate in modo simmetrico e rivolte in avanti in direzione degli zigomi, il bordo interno delle orecchie è aderente alle guance. La piega non dovrebbe superare la linea del cranio

COLLO

Nobilmente arcuato, non troppo corto. Si fonde armoniosamente con il garrese senza nessuna marcata interruzione. La pelle della gola è ben tesa e senza pieghe

CORPO

Linea superiore: la linea superiore è leggermente discendente dal garrese verso il posteriore

Garrese:rappresenta il punto più alto della linea dorsale

Dorso:forte, corto e teso

Rene: forte. La distanza tra l’ultimo arco costale e la coscia è breve tanto da far apparire il cane compatto

Groppa: leggermente arrotondata, si fonde impercettibilmente con l’attaccatura della coda

Torace: di larghezza moderata, la sezione trasversale è ovale e disceso fino al gomito. Anteriormente il petto è nettamente contraddistinto dalla punta dello sterno

Linea inferiore e ventre: fianchi non troppo rientranti, che disegnano una bella linea dolcemente incurvata con la parte inferiore del torace

Coda: naturale

ARTI

ARTI ANTERIORI: visti di fronte gli arti anteriori sono solidi, diritti e non troppo vicini. Visti di profilo gli avambracci sono diritti

Spalla: la scapola è decisamente aderente alla parete del torace, piuttosto muscolosa supera in altezza le apofisi spinose delle vertebre toraciche. Deve essere il più angolata possibile e ben inserita, l’angolo che forma con l’ orizzontale è di circa 50°

Braccio: ben aderente al corpo, solido e muscoloso forma con la scapola un angolo tra i 95° e i 100°

Gomito: ben aderente, senza deviazioni né verso l’ esterno né verso l’ interno

Avambraccio: ben sviluppato e con muscolatura ben evidente. Visto da ogni lato è assolutamente diritto

Articolazione carpale:solido e fermo

Metacarpo: forte ed elastico. Visto frontalmente deve essere verticale, nel profilo laterale si nota una lieve inclinazione

Piede anteriore: raccolto e rotondo, le dita sono ben arcuate (piede di gatto), i cuscinetti plantari sono forti e neri e le unghie sono corte, nere e forti

ARTI POSTERIORI: visti di profilo gli arti posteriori sono inclinati, visti posteriormente sono paralleli e non troppo ravvicinati

Coscia:di media lunghezza, larga e molto muscolosa

Ginocchio:ben diretto, mai rivolto verso l’ interno o l’ esterno

Gamba:lunga, forte e nevrile, si raccorda nel garretto, che dev’ essere forte

Garretto: marcatamente angolato, robusto e fermo, mai deviato verso l’ interno o l’ esterno

Metatarso: perpendicolare al suolo

Piede posteriore: leggermente più allungato del piede anteriore. Dita corte, arcuate e chiuse. Unghie corte e nere

MOVIMENTO

Lo zwergpinscher è un trottatore. Il suo dorso resta fermo e solido. Il movimento è armonioso, sicuro, potente e sciolto con buon allungo. Tipico del trotto è un’andatura che copre molto terreno, sciolta, fluente con  forte spinta e ampia estensione degli arti anteriori

PELLE

Ben aderente su tutto il corpo

MANTELLO

Pelo: corto e fitto, liscio, chiuso e lucido senza zone prive di pelo

Colore:

Unicolore (rosso cervo, rosso bruno fino al marrone scuro) o Nero focato (nero lacca con focature rosse o marroni)L’ideale è avere focature più scure, ricche e definite possibile. Le focature sono distribuite come segue: sopra gli occhi, sul sotto gola, su metacarpi, metatarsi e piedi, nell’interno degli arti posteriori e sotto l’attaccatura della coda. Due triangoli simmetrici e ben distinti sul petto

TAGLIA E PESO

Altezza al garrese:sia per i maschi che per le femmine da 25 a 30 cm

Peso ideale: sia per i maschi che per le femmine da 4 a 6 kg

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

0 Comments

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *