Shark: cane maltrattato, reagisce


Shark: un gesto di difesa contro il suo nuovo affidatario

Questa storia qualche giorno fa aveva fatto parecchio rumore: ‘Shark’, il cane, si è scagliato e azzannato l’uomo che avrebbe dovuto prenderlo in adozione tra qualche mese, ceduto da una coppia di fidanzati. Ma, si sa, la verità viene sempre a galla prima o poi e i fatti, da qui a pochi giorni, si sono ribaltati. Secondo quanto riferito da diversi testimoni l’aggressione del cane è stato esclusivamente un gesto di difesa. Shark è un cane maltrattato che ha solo reagito. Il cane, oltre ad essere senza guinzaglio, aveva subito atti di violenza e maltrattamento pochi istanti prima dal padrone affidatario.

La verità dei fatti: il cane veniva maltrattato ormai da tempo. La sua è una reazione

Stando ai fatti, l’uomo affidatario assumeva nei confronti del cane un atteggiamento violento: “Non gli dava da mangiare, era segregato giorno e notte in casa e lo maltrattava”, ha spiegato l’intestatario del chip, a cui da martedì è stato restituito il cane.

Shark non ha mai mostrato segni di violenza, è sempre stato buono e docile con tutti. I primi a raccontarlo sarebbero proprio quelli della zona che lo conoscono da tempo e che hanno assistito almeno una volta ad una scena in cui quell’uomo lo picchiava. La sua è stata una reazione, forse stanco per tutti i maltrattamenti che ha dovuto subire.

In molti, infatti, si stanno muovendo per far conoscere la vera storia dei fatti.

Immagine in evidenza via Milano Today

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!