USA: lega il cane e gli dà fuoco. Ragazzo condannato al massimo della pena


Virginia: ragazzo lega il cane e gli dà fuoco

Un uomo della Virginia è stato condannato a cinque anni di prigione senza condizionale per la morte del suo Pitbull. Il ragazzo, il ventenne Jyahshua A. Hill, ha legato il suo cane a una recinzione, lo ha cosparso di benzina e gli ha dato fuoco.

Il cane è stato trovato in fin di vita in un parco da alcuni passanti che, non sapendo cosa fare, lo hanno immediatamente trasportato al Richmond Animal Care and Control, un rifugio che provvede alla cura per tutti gli animali abbandonati, maltrattati e abusati.

Quando è arrivato tra le braccia dei volontari, il cane – che hanno chiamato Tommie – si trovava in condizioni davvero pessime. Il suo corpo presentava gravissime ustioni di terzo grado e le possibilità di sopravvivenza diminuivano di giorno in giorno, nonostante tutti gli sforzi per curarlo.

La polizia di Richmond: ragazzo condannato a cinque anni di prigione senza condizionale

La pagina Facebook del rifugio ha pubblicato una foto di Tommie pieno di bende e con il muso sofferente appoggiato a un peluche, il suo unico conforto. Dopo la pubblicazione, il popolo si è mobilitato e ha fatto di tutto per aiutarlo. Sono arrivate donazioni su donazioni, ma le sue condizioni peggioravano. Fino alla terribile notizia: dopo pochi giorni Tommie non ce l’ha fatta ed deceduto con grande agonia.

La polizia di Richmond ha annunciato mercoledì la sentenza: al ragazzo è stato dato il massimo della pena. Il caso di questo cane ha suscitato una grandissima indignazione. All’estero certi accadimenti sono trattati con grandissima severità rispetto al nostro paese. Infatti il ragazzo, dopo i cinque anni di prigione senza condizionale, sarà costretto alla libertà vigilata. Il tribunale ha anche sentenziato che a Jyahshua A. Hill sarà assolutamente proibito possedere altri animali in futuro.

Fonte e immagine in evidenza via The Mirror

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!