Vandalizzato il monumento in onore dei cani da soccorso


Il primo monumento dedicato ai cani da soccorso a Ghedi

Il primo monumento dedicato ai cani da soccorso a Ghedi, in provincia di Brescia, era stato inaugurato sabato mattina. Una bellissima iniziativa promossa dalla protezione civile locale che rappresentava un cane e una mano che sbucava dalle macerie. Il monumento è il simbolo di tutti gli interventi di soccorso effettuati dopo i terremoti de L’Aquila e di Amatrice. Ma dopo sole poche ore dalla cerimonia di inaugurazione, la statua è stata oggetto di vandalismo e la mano di bronzo che .

Il gesto vandalico al monumento dedicato ai cani da soccorso

La Protezione Volontaria Civile di Ghedi, tramite Facebook, ha diffuso la notizia con estrema rabbia e ha dichiarato: «È inutile dire come ci sentiamo in questo momento! Siamo fortemente amareggiati, delusi, arrabbiati per questo gesto ignobile e vergognoso.L’immagine di questo monumento, tramite la nostra pagina fb, ha avuto condivisioni e riconoscimenti per il significato che rappresenta in paesi come il Brasile, Messico, Taiwan, Germania, Austria, Spagna, Francia, Stati Uniti, Paesi Bassi; tutti ci hanno esternato i loro complimenti ma, ora ci ritroviamo a dirgli anche che l’Italia è anche questo, un Paese fatto di persone che, dopo poche ore dell’inaugurazione, ruba una mano di bronzo dal poco valore economico ma di immenso valore civico e morale!».

È inutile dire come ci sentiamo in questo momento! Siamo fortemente amareggiati, delusi, arrabbiati per questo gesto…

Gepostet von P.V.C – Protezione Volontaria Civile Ghedi am Montag, 15. April 2019

Immagine in evidenza via Facebook – Protezione Volontaria Civile Ghedi

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

X