Veterinario gratis per famiglie in difficoltà economiche


Svantaggio economico o animale domestico con problemi di salute: servizio veterinario gratis

Se un cittadino ad Alessandria si trova in situazione di svantaggio economico e ha un animale domestico con problemi di salute (o da sterilizzare) può chiedere un aiuto al Comune. Previa presentazione della dichiarazione dei redditi –  l’Isee deve essere pari  e non superiore a 8.107,50 euro – si potrà usufruire del servizio veterinario gratis per famiglie in difficoltà.

Così afferma in una nota Riccardo Manca, vice-Presidente di Animalisti Italiani onlus. È un grande gesto di sensibilità a sostegno di chi è rimasto indietro e non può sostenere le cure mediche del fido amico. Il randagismo si combatte anche mettendo a disposizione delle risorse economiche per le famiglie meno abbienti con animali d’affezione al seguito. Tutti i Comuni dovrebbero seguire questa linea e incentivare anche l’adozione dei cani ospitati nei canili rifugio e dei gatti ospitali nelle oasi feline.

Animalisti Italiani onlus: applicare l’IVA agevolata al 4% per tutte quelle famiglie a basso reddito

Il vice-Presidente chiede anche al Governo di applicare l’IVA agevolata al 4% per tutte quelle famiglie a basso reddito. Abbassare l’imposta non è solo gesto d’amore verso gli animali, ma soprattutto è un aiuto a quelle persone svantaggiate colpite dalla crisi. Pertanto chiediamo con forza una rivoluzione fiscale che tuteli questi membri effettivi della famiglia. Una tassazione al 22% sugli alimenti per animali e sulle cure veterinarie è un’aggressione inaccettabile al diritto alla vita dei nostri amici a quattro zampe oltre che una grave forma di discriminazione.

Conclude Manca: “I pet sono compagni di vita e non rappresentato di certo un lusso. Il Parlamento si deve impegnare a innalzare il limite di spesa detraibile dalla dichiarazione fiscale per le cure veterinarie, attualmente fermo a 49 euro. Il cambiamento come ‘rivoluzione di civiltà’ è in atto ed è pertanto doveroso assecondare i bisogni di milioni di famiglie italiane, da troppo tempo in attesa di una giusta ed equa detassazione che dimostri finalmente una precisa scelta di responsabilità sociale da parte del governo”.

 
Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!