Alimentazione del gatto: industriale o casalinga?


Alimentazione del gatto: industriale o casalinga?

Trovare l’alimentazione ideale per il gatto non è facile: il suo organismo è una macchina complessa che ha bisogno di equilibrio tra sostanze che potrebbero trovarsi in quantità troppo scarse nella nostra dieta casalinga. Tuttavia una alimentazione casalinga per il gatto è possibile.

Per prima cosa occorre tenere presente che il gatto è un carnivoro stretto: la sua dieta deve contenere una grande percentuale di alimenti di origine animale ricchi di proteine e grassi.

Alimentazione casalinga per il gatto: la carne non deve mai mancare

Il gatto può fare una dieta vegana o vegetariana? La risposta è: assolutamente no! La carne è un alimento assolutamente essenziale da somministrare bene preparata. Va sempre scottata in acqua bollente, preparata a piccoli pezzi e priva di parti ossee e cartilaginee.

Quella rossa e quella bianca vanno altrettanto bene, così come il pesce. Le frattaglie costituiscono una buona scelta, anche se è buona norma non somministrarle in maniera esclusiva o continuativa. Alla carne si possono miscelare dei cereali: riso, pasta, orzo, farro o avena.

Verdure? Sì grazie

I vegetali ricchi di fibra sono utili per regolarizzare il transito intestinale e per garantire agli animali un maggiore senso di sazietà.

Carote, zucchine, finocchi, fagiolini, cavolfiore e asparagi devono essere lessati, affettati finemente e mescolati in maniera accurata agli altri ingredienti della razione. La frutta non sempre piace ai piccoli felini, ma non per questo deve essere necessariamente bandita dalla loro dieta.

L’acqua

L’acqua potabile, fresca e pulita, deve sempre essere a disposizione nella ciotola. Deve essere sempre disponibile in qualsiasi momento, specie se il micio è anziano e potrebbe soffrire di insufficienza renale.

La ciotola dell’acqua deve essere poco profonda e piuttosto larga, questo perché al gatto non piace bagnare i baffi mentre beve. Più l’acqua è fresca e meno Micio avvertirà il sapore e l’odore delle sostanze che vengono disciolte nell’acqua potabile.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!