Molto amato negli Stati Uniti, l'American Shorthair è un micio intelligente, vivace e infallibile cacciatore. Conosciamolo meglio.

14 Giugno 2022 di Redazione

Molto amato negli Stati Uniti, l’American Shorthair è un micio intelligente e indipendente ma sa apprezzare anche la vita in famiglia… Sempre con un po’ di ironia yankee. Scopriamo le origini e il carattere di questa star d’Oltreoceano.

Le origini da cacciatore

L’American Shorthair ha una forte vena natatoria che deriva dal suo passato di cacciatore di topi sulle navi che portavano i coloni europei nelle Americhe e poi nelle rozze case di tronchi. Sembra, addirittura, che i progenitori dell’attuale razza siano giunti Oltreoceano a bordo della mitica Mayflower dei Padri Pellegrini.

Realtà o leggenda, questo gatto ha diverse caratteristiche in comune con il British Shorthair, il gatto a pelo corto diffuso in Gran Bretagna, da cui partirono i primi coloni. Insomma, il suo passato narra di un gatto “da lavoro”, che per secoli ha continuato a svolgere il suo compito di cacciatore. Ecco perché è fondamentale tenere sempre in allenamento corpo e mente, assicurando al nostro amico attività e gioco ogni giorno.

Il carattere dell’American Shorthair

Amante della libertà e con una buona vena di autonomia, questo gatto rimane comunque un partner socievole e affettuoso, pur senza necessitare di continue attenzioni. Con lui vale quindi la regola del “giusto mezzo”: va trattato come un micio di famiglia ma bisogna concedergli i suoi spazi, lasciando che possa nascondersi in qualche “tana” che avremo predisposto per lui in casa o che trascorra qualche ora in solitaria a osservare il mondo fuori dalla finestra. Coccole e grattini sono molto apprezzati, ma solo quando lo desidera. La cosa più importante è non dimenticare mai di giocare con lui.

Se vuoi conosce di più su questa razza, visita la nostra scheda.

Lascia un commento