Artrosi nel gatto: quali sono i sintomi?


Artrosi nei gatti: una patologia degenerativa

L’artrosi nel gatto è una patologia degenerativa, riscontrabile prevalentemente nei gatti anziani: una volta instaurata, si può solo tenere sotto controllo, ma non guarire, limitandosi a gestire il dolore e l’infiammazione articolare.

Quali sono i sintomi dell’artrosi del gatto?

I primi sintomi di artrosi del gatto sono molto subdoli. Uno dei primi è la riluttanza a entrare nella lettiera, soprattutto in caso di artrite alle anche del gatto. C’è un cambiamento di alcune abitudini: il gatto, che di solito ama mettersi in alto, a dormire, riposare e osservare, lo fa sempre meno. Il mantello diventa un po’ più brutto, untuoso, forforaceo nella parte posteriore della schiena, perché fa fatica a flettere la colonna, per pulirsi in quella parte del corpo.

Come intervenire?

La scelta terapeutica dipende dalla gravità e dall’età del gatto, da quanto è facile somministrargli farmaci o integratori per via orale. In prima battuta si cerca di agire con terapie non farmacologiche, ma preferibilmente strumentali.

Una volta diagnosticata l’artrosi al gatto, bisogna adottare alcuni piccoli accorgimenti che possono essere di aiuto. In primo luogo, serve una lettiera con bordi minimi, per favorire l’ingresso del micio. È poi opportuno sistemare qualche comoda cuccetta in basso, ma dove il gatto possa stare tranquillo, e molto morbida.

Anche le ciotole del cibo e dell’acqua andranno sistemate in basso, in modo da non obbligarlo a saltare sui mobili. Le scalette per salire più in alto non sono sempre utili, perché certe volte, per un felino affetto da artrosi, anche un’escursione minima dell’anca può risultare fastidiosa.

Freddo e umidità peggiorano l’artrosi, perciò nella brutta stagione sarebbe meglio tenere il micio il più possibile al riparo dentro casa o, quantomeno, cercare di limitare la sua attività a uscite brevi. Però, se è abituato a uscire liberamente e recluso si innervosisce o soffre, questa soluzione diventa controproducente per il suo benessere generale. Lasciamo che si gestisca, in fondo conosce i suoi limiti più di noi.

L’articolo completo sul nuovo numero di Argos in edicola o disponibile nella versione digitale cliccando qui!

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!