Come dare le medicine al nostro gatto?


medicine gatti

Il veterinario ha prescritto una medicina per curare il nostro gatto, ma non sappiamo come dargliela perché lui si ribella? Ecco alcuni consigli:

Spesso, il nostro gatto può diventare iper-agitato quando deve assumere medicine. Per questo, in casi estremi, è necessario ricorrere al farmaco iniettabile, o addirittura alla sedazione.

Se invece il micio collabora, la soluzione ideale è farsi insegnare dal veterinario come somministrargli le medicine a casa, così da risparmiare all’animale lo stress dell’ambulatorio ogni volta che ha bisogno di assumere medicinali.

Qual è il metodo migliore per somministrare al gatto le medicine a casa?

Nonostante il gatto abbia meno papille gustative dell’essere umano (250 contro 90 mila), queste sono molto selettive, e se percepisce un sapore che non gli piace il rischio è che sputi dappertutto vanificando il nostro sforzo per dargli le cure. Anche provare a ingannarlo mettendo le medicine nella pappa o in snack gustosi può rivelarsi inutile, perché facilmente il gatto capisce il trucco.

La soluzione allora è quella di costringerlo con la forza a deglutire, dopo avergli aperto bene la bocca e spinto bene il medicinale in fondo alla lingua. 

Gocce, sciroppi e soluzioni liquide o in pasta fluida vanno aspirati in una siringa senza ago, il cui beccuccio andrà inserito nel punto d’incontro tra il labbro superiore e quello inferiore (spingendo fino in fondo per evitare che il gatto sputi tutto troppo facilmente), per poi premere lo stantuffo. Ovviamente, poi bisogna controllare che il gatto ingerisca il tutto correttamente, attendendo qualche minuto per verificare che non rigetti il medicinale.

In ogni caso, il metodo più pratico da utilizzare è l’iniezione.

Ma come si fa una puntura al gatto?

Per quanto sembri complicato, fare le iniezioni al gatto è relativamente semplice e poco rischioso. Bisogna afferrare tra pollice, indice e medio una piega di pelle alla base del collo, sollevarla un poco e spingere l’ago in direzione parallela al corpo. A questo punto basta spingere lo stantuffo fino a svuotare completamente la siringa.

Se il gatto si agita, una soluzione può essere quella di avvolgerlo in una coperta o in un asciugamano, lasciando scoperto il minimo indispensabile per l’iniezione.

Come fare per i medicinali di uso topico?

Quando si applicano medicinali come creme e spray è necessario utilizzare un collare elisabettiano, per evitare che il gatto li lecchi via. In caso di pomate o colliri oculari si può tentare di svolgere l’operazione tenendo il gatto in braccio e tranquillizzandolo con carezze e coccole. Se invece il micio si ribella resta valido il metodo della coperta: si deve avvolgere il gatto in un asciugamano in modo che non possa scappare, ma che sia comunque protetto e non tenuto in modo sbagliato. Durante questa operazione, è meglio farsi aiutare da un’altra persona.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!