Cricket, il gatto senza un occhio che doveva essere soppresso. Una donna lo adotta


Cricket il gattino che stava per essere soppresso a causa delle sue malformazioni

Cricket è un gattino che stava per essere soppresso dall’allevamento a causa delle malformazioni con cui è nato. Il gatto Cricket non ha un occhio, ha un labbro leporino e una mascella storta. La sua storia è un’ispirazione per chiunque voglia adottare un gattino e soprattutto mette in evidenza quanto può essere meraviglioso accogliere in casa un esserino con bisogni speciali.

La storia del gatto Cricket

Cricket è nato in un allevamento e, se non fosse stato per la sua attuale padroncina che si trovava nel posto giusto al momento giusto, con molta probabilità sarebbe stato soppresso.

La sua proprietaria ha detto a Cats On Catnip: “Mia mamma lavora con una signora che stava per acquistare un cane da un allevatore. Quando è andata a prendere il cucciolo, l’allevatore le disse che aveva un gattino che era appena nato con un labbro leporino, la mascella storta e senza un occhio e ha affermato che l’avrebbe ucciso perché non avrebbe venduto”.

Quindi ha deciso che avrebbe ucciso il gattino entro un paio di giorni. La ragazza, appena ha appreso questa storia, si è recata all’allevamento e quando ha visto il gattino è stato amore a prima vista!

Da quando Cricket è arrivato a casa ha portato gioia nella vita di tutti. Cricket è un gattino spassoso e divertente con oltre 64.000 follower su Instagram! I gatti con bisogni speciali meritano di essere adottati. Hanno solo bisogno di più amore rispetto agli animali “normali”, Cricket non ha molti problemi e non richiede più impegno di qualsiasi altro gatto.

Alcuni gattini con esigenze speciali richiedono molto tempo e fatica, ma ne vale sempre la pena. La famiglia di Cricket spera che raccontando questa storia, le persone saranno ispirate ad “adottare, non fare acquisti” e a prendere in considerazione gattini con bisogni speciali quando arriverà il momento di espandere la loro famiglia con un amico a quattro zampe.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!