Gatti: una compagnia per gli anziani


Il gatto: animale da compagnia per gli anziani

Il gatto è un ottimo animale da compagnia per gli anziani, soprattutto per quelle persone che possono avere qualche difficoltà a camminare troppo e quindi a uscire di casa. Ciò non significa che scegliere il gatto per un anziano sia facile, anzi. Sono molti gli elementi da prendere in considerazione per poter fare una scelta giusta: la disposizione della casa, la mobilità, il carattere, la disponibilità economica sono tutti fattori che vanno valutati con grande attenzione.

Gatti per anziani: meglio quelli di razza

Un piccolo aiuto ce lo possono dare i gatti di razza, animali selezionati nel corso dei decenni al fine di tenere determinate caratteristiche fisiche ma anche caratteriali. In questo senso consigliamo a una persona anziana gatti dal carattere notoriamente docile come i Ragdoll, gli Esotici o i Persiani, piuttosto che animali iperattivi come i Siamesi, i Certosini o i Blu di Russia.

È bene però ricordarsi che Ragdoll e Persiani devono essere accuditi in maniera piuttosto assidua per quanto riguarda il loro folto mantello al fine di evitare nodi e dermatiti importanti: ciò significa che la persona anziana che decide di tenerli deve essere in grado di spazzolarli almeno una volta alla settimana e fargli anche un bagno se necessario.

Gatti per anziani al gattile: meglio un cucciolo

Se si decide di ricorrere al classico meticcio preso al gattile il consiglio è quello di prenderlo cucciolo, in modo tale che crescerà abituandosi ai ritmi rallentati di una persona anziana. Questo è molto importante perché un gatto iperattivo o “dispettoso” potrebbe davvero causare danni gravi in casa di una persona anziana rompendo oggetti o arrivando magari a farla inciampare e cadere.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

X