I Fiori di Bach per i gatti: cosa sono e come funzionano


I Fiori di Bach consigliati per i gatti

Fiori di Bach vengono utilizzati per i gatti. L’utilizzo di questa “medicina” ha un effetto calmante per gli animali e agisce positivamente su sbalzi d’umore e squilibri emotivi come la paura, l’ansia, il disagio e lo stress.

A cosa servono e perché si usano?

Grazie a una serie di principi attivi, i fiori di Bach aiutano il gatto a passare da uno stato emotivo negativo a uno positivo. Sono particolarmente efficaci su quegli animali che cadono in uno stato di depressione arrivando a non mangiare o a sviluppare atteggiamenti compulsivi, come grattarsi sempre nello stesso punto, o ripetere in continuazione azioni ben precise.

Il consiglio dell’esperto

La moda di affidarsi a medicine alternative, omeopatiche, diete vegane e quant’altro ha contagiato anche la veterinaria ed è arrivata a contagiare anche la vita domestica dei nostri amici animali oltre che la nostra.

Purtroppo, per disinformazione, si tende però a fare di tutta l’erba un fascio e a guardare con sospetto anche rimedi naturali la cui efficacia è da anni accertata, come i fiori di Bach. Si tratta di sostanze naturali che, se adeguatamente prescritte da esperti della materia, medici e veterinari, possono aiutarci a migliorare molto il nostro rapporto quotidiano con l’animale domestico, anche il gatto.

Per approfondire il tema abbiamo chiesto delucidazioni a Camilla Marinoni, milanese, consulente certificata dal Bach Centre UK per umani e animali diplomata alla scuola triennale di Floriterapia di Milano. Non perdetevi la sua intervista sul nuovo numero di Gatto Magazine da oggi in edicola o disponibile anche in copia digitale.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!