Il gatto soffre di ansia e stress? Ecco come comportarci


Ansia e stress: nemici da abbattere

L’ansia è uno stato emotivo molto specifico, ed è possibile che un gatto stressato si nasconde sotto il letto. I motivi per cui il nostro gatto ha paura possono essere tanti: può essere spaventato da altri gatti, da rumori forti o persino dai padroni stessi.

I segnali dello stress del gatto possono essere: inappetenza, diarrea o stipsi, immobilità, continua sonnolenza, mantello in disordine, pigrizia o minzione al di fuori della lettiera.

Il gatto ha paura: cosa fare?

Se il nostro gatto ha l’ansia, i numerosi tentativi di coccolarlo, abbracciarlo e baciarlo non funzioneranno. Anzi non faremo altro che traumatizzarlo ancora di più e rendere ancora più difficile un rapporto con lui, preoccuparsi per un gatto ansioso a volte peggiora le cose.

Ignoriamolo: il gatto avrà la sensazione di potersi aggirare per casa senza essere visto e attirare attenzione su di sé. I gatti ansiosi amano l’anonimato che ciò comporta e che ristabilisce in loro la sensazione di avere tutto sotto controllo. Se poi sceglierà di avvicinarsi a voi potrete dargli una piccola dimostrazione di affetto con parole gentili e una grattatina sotto il mento. E in questo caso il micio assocerà il gesto al fatto che lui è venuto a trovarci.

Gioco con il gatto: aumentiamo gli stimoli

Giocare con il gatto può essere una buona soluzione per affrontare ansia, paura e stress. Il gioco per i gatti è un incentivo l’esercizio fisico e mentale aumentando la fiducia in se stessi. Inoltre, crea un legame positivo tra padrone e gatto. Cacciatore e creativo, il micio non deve lasciare che le sue energie e i suoi istinti si assopiscano pian piano, con il procedere della sua vita in casa. Ed è proprio in questo che dobbiamo aiutarlo con topini, cannette originali, palline e giochi di intelligenza.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!