Scopri in questo articolo il Lykoi, dal greco "gatto lupo" per via dell'aspetto sui generis che ricorda molto il grande canide.

12 Agosto 2022 di Redazione

Il nome Lykoi viene dal greco e significa “gatto lupo”. Il carattere, secondo chi lo conosce da vicino, è cauto verso gli estranei ma molto affettuoso con chi divide la casa con loro. Sono anche ottimi cacciatori e amano sfruttare le ore notturne per dare sfogo al naturale istinto predatorio.

Carattere del gatto Lykoi

L’allevatore Johnny Gobble, originario del Tennessee, è stato tra i primi a selezionare la razza e ha raccontato in diverse occasioni pubbliche le qualità caratteriali di questo felino. Sembra, infatti, che non solo nell’aspetto ma anche nel comportamento assomigli a un cane. A differenza di quanto potrebbe comunicare il suo fisico, si tratta di un animale coccolone e curioso, sveglio e amante dei giochi.

I pochi che ne possiedono un esemplare sono colpiti dalla sua “fedeltà” e dai comportamenti affettuosi che sa assumere nei confronti del padrone. La selezione di questo gatto non si ferma qui: gli esemplari più nuovi sono sempre più dolci e amanti della vita in appartamento e a detta degli esperti lo saranno sempre di più.

Simile allo Sphynx?

All’inizio, quando il Lykoi non era ancora molto conosciuto, in molti lo confondevano con lo Sphynx, il gatto senza pelo. C’è ancora qualcuno che nel guardali trova una grande somiglianza. In realtà sono due gatti molto diversi, proprio a partire dal pelo. Mentre il Lykoi ha peli lunghi ma poco fitti, disordinati e di colore poco uniforme grigiastro marrone, lo Sphynx è il cosiddetto gatto nudo. La sua pelle, alla vista, risulta morbida, compatta e vellutata. Le pieghe che caratterizzano lo Sphynx, facendolo apparire “morbido”, e che sono tanto apprezzate dagli allevatori e dagli amanti di questa razza, non compaiono nel Lykoi che, al contrario, ha un corpo ossuto e per nulla ondeggiante.

Lykoi vs Sphynx

Anche il carattere è molto diverso. Lo Sphynx è un chiacchierone e manifesta il suo affetto per il padrone in modo a volte esagerato. Tanto che gli allevatori lo definiscono un po’ “appiccicoso”. Il Lykoi è diverso. Il suo modo di rapportarsi a chi ama è più discreto. Quindi la prima razza è più adatta a chi desidera un animale partecipe, pronto a richiamare l’attenzione in ogni modo. Il gatto lupo, invece, va bene per le persone che vivono un rapporto di fedeltà profondo ma “esteriormente” più distaccato. Di certo si tratta di due gatti dal cuore d’oro e molto originali per quanto riguarda l’aspetto.

Se vuoi conoscere meglio questa curiosa razza, visita la nostra scheda.

Lascia un commento