Il miagolio è una parte essenziale della comunicazione felina. A volte, però, il gatto miagola in continuazione: ecco cosa fare.

14 Luglio 2022 di Redazione

Il miagolio, il ringhio e le fusa sono i tre principali linguaggi sonori con cui i gatti comunicano con l’esterno. Il miagolio in particolare svolge un ruolo primario con un’infinita serie di modulazioni che bisogna imparare a conoscere per sviluppare un rapporto empatico con il nostro micio di casa. Per esempio, può capitare che il gatto miagoli in continuazione. Cosa fare in questi casi? Lo scopriamo insieme in questo articolo.

Il linguaggio del miagolio

Per prima cosa, bisogna dire che il miagolio è un sistema di comunicazione che il gatto ha affinato convivendo con l’uomo, non essendo per sua natura un gran chiacchierone. Difficilmente troveremo un gatto selvatico o randagio miagolare come una sirena mentre è in cerca di cibo, come invece fa la maggior parte dei mici domestici.

Si tratta infatti di comportamenti che persistono nel gatto fin da quando è cucciolo. Miagolando insistentemente fanno capire alla madre, unica fonte di sostentamento, che hanno fame ottenendo il latte. Non avendo imparato a procacciarsi il cibo cacciando le prede in silenzio, i gatti di casa ripetono questo comportamento con noi umani, riuscendo a ottenere da mangiare proprio come quando erano cuccioli.

Il gatto miagola in continuazione: ecco cosa fare

Quando il gatto miagola in continuazione può diventare molto impegnativo da gestire. Quando questo si verifica, dobbiamo cercare di capirne le cause rivolgendoci prima di tutto al nostro veterinario. Se non ci sono motivazioni mediche legate a malattie, possiamo cercare di educare il gatto a gestire la sua emotività in diversi modi. Prima di tutto ignorandolo: il gatto miagola per attirare la nostra attenzione e non dare peso alle sue richieste è una strategia per indurlo a smettere. Inizialmente diventerà ancora più insistente, ma pian piano cederà.

L’importante è non farsi prendere dal nervosismo e sgridarlo, perché avrà ottenuto ciò che voleva: la nostra attenzione. Applicare questo sistema di notte, quando alle 4 verrà a chiamarci perché vuole uscire o perché ha fame, non sarà facile ma bisogna tenere duro. Al contrario, se miagola perché si annoia, cominciando a ciondolare avanti e indietro per casa, potrebbe bastare un giochino rumoroso per distrarlo.

Esistono anche rimedi farmaceutici, come certi estratti dei Fiori di Bach che possono aiutare i gatti a smettere di miagolare avendo un effetto calmante. Ma non bisogna mai ricorrere a questi prodotti senza prima consultare il veterinario di fiducia. Infine bisogna sapere che i gatti vecchi, spesso malati di insufficienza renale, possono diventare “più miagolosi”. Non possiamo farci molto poiché il loro cervello invecchia esattamente quanto il nostro ed è quindi naturale che diventino un po’ brontoloni.

Se hai trovato utile questo articolo, ti invitiamo a leggere anche Gattoterapia: ecco tutti i benefici.

Lascia un commento