Chinchilla


Regale e appariscente, elegante e soffice. Oltre all’aspetto raffinato e chic, i gatti di questa razza dalla storia “intrigante” hanno un carattere riservato e dolce, perfetto per chi cerca un amico fedele da coccolare al momento giusto. Proprio come i Persiani, tipologia di cui del resto fanno parte, sono pigri e amano sopra ogni cosa fare lunghe sieste sui divani più comodi. Sono solo un po’ delicati: necessitano di cure quotidiane ma, grazie allla loro dolcezza infinita, queste attenzioni non pesano a chi deve occuparsi del loro benessere. La caratteristica che li rende unici sono gli occhi: il loro colore è un magnifico verde acqua trasparente e il contorno delle palpebre sembra truccato con una matita di kajal, proprio come quello delle principesse persiane!

 

Caratteristiche

Taglia: medio-grande

Pelo: molto lungo

Colori: bianco argento con punte nere

Costo nutrizione: medio-alto

In famiglia: tranquillo, affettuoso, elegante e vanitoso

Ambiente ideale: appartamento

 

Origine

Il primo esemplare di Chinchilla (o Cincilla) fu presentato nel 1888 all’esposizione di Londra e nel 1894 la varietà comparve con una sezione definita alla stessa esposizione. Si ritiene che la razza si sia sviluppata dall’incrocio di diverse varietà di Persiano, in particolare i silver tabby (tigrati argento), e che all’inizio fosse molto più scura, talvolta con sfumature color lavanda e con disegni che marcavano più pesantemente il mantello. I tentativi di ottenere una colorazione più chiara indebolirono il ceppo europeo, che fu ulteriormente impoverito durante la Seconda guerra mondiale. Si importarono perciò esemplari dall’America per migliorare la razza, che è attualmente tornata forte e sostanzialmente sana.

 

Carattere

Perfetto per la vita in appartamento, ama il riposo e può vivere perfettamente anche con una famiglia molto numerosa, purché i suoi membri sappiano rispettare i suoi sonnellini prolungati! Come la morfologia, anche il carattere è stato oggetto di selezione: si è creato un temperamento eccezionalmente mite e domestico. Da buon Persiano, il Chinchilla è uno dei pochi mici che caccia solo ogni tanto. Però, la calma che lo caratterizza non fa di lui un “mollaccione”, anzi spesso rivela un temperamento forte e aristocratico, e lo rende perfetto per la Pet therapy e la compagnia. Anche se non sempre lo dimostra, ha un grande bisogno d’affetto che ricambia con fedeltà e simpatia. Inoltre, consapevole della sua bellezza, ama farne sfoggio: vuole essere ammirato ed elogiato.

 

Salute

La forma della testa, simile a quella del Persiano, accomuna il Chincilla a quest’ultimo per quanto riguarda le difficoltà di masticazione che suggeriscono la scelta di cibo adeguato alla prensione di questa tipologia di gatti. E sempre come il Persiano, anche questa sua variante è predisposta allo sviluppo del rene policistico, per cui chi alleva deve fare il possibile per eliminare dalla riproduzione i soggetti portatori del gene responsabile della patologia. Il mantello esige cure quotidiane con spazzola e pettine per prevenire nodi e feltri, e anche l’utilizzo di prodotti anti boli di pelo per ridurre il problema dell’ingestione da parte del gatto quando si lecca. Gli occhi vanno puliti spesso dalle secrezioni.

 

Standard

Corpo: da medio a grande, robusto, corto e tozzo.

Testa: ben proporzionata, massiccia e rotonda. Cranio largo, fronte leggermente bombata. Zigomi marcati e sporgenti. La pigmentazione delle labbra è nera. Stop marcato.

Naso: piccolo e corto, particolarmente largo. Il tartufo è di colore rosso mattone, quasi marrone, contornato di nero.

Occhi: grandi e rotondi, ben distanziati tra loro. Ben aperti. Molto espressivi, di un colore brillante e intenso, di preferenza il verde puro. Le palpebre sono cerchiate di nero.

Orecchie: piazzate distanti tra loro, portate basse sul cranio, sono di forma arrotondata sui lati.

Zampe: corte e tozze.

Piedi: larghi e rotondi, con folti ciuffi di pelo tra le dita.

Coda: corta, molto folta, è leggermente arrotondata all’estremità.

Mantello: pelo molto lungo e sottopelo fitto. La tessitura è fine e setosa.

Colori: base del mantello bianco argento tranne che sull’ultimo ottavo della sua lunghezza in punta dove è nero (raramente blu, chocolat o lilac). Nel Chinchilla sono inclusi anche i mantelli silver shaded, golden shell e golden shaded.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!