I cani abbaiano: la richiesta dei residenti di chiudere il parco


I cani abbaiano: chiudete il parco!

Siamo ad Ancona, Zona Montirozzo e precisamente via Santo Stefano, qui abbiamo un parco comunale, frequentato sopratutto da padroni coi propri cani, e a meno di dieci metri un condominio.

E’ proprio l’abbaiare dei cani che ha spinto sessanta residenti a presentare una raccolta firme in Comune per chiedere una limitazione dell’orario di accesso.
Il portavoce dei cittadini è Silvano GiorgettiNon ho nulla contro i cani, perché io stesso ne ho avuto uno per oltre 11 anni, ma quando gli dicevo di non abbaiare lui obbediva. Qui è un continuo abbaiare dalle 5 del mattino alla tarda serata, in alcuni casi anche alle 2 di notte, perché l’accesso al parco è totalmente libero e senza regole. Noi chiediamo l’interdizione del parco in determinate fasce ad esempio dalle 13 alle 16,con apertura non prima delle 9 e la chiusura serale non oltre le 21“.

Il condominio ribadisce che non è una polemica nei confronti degli animali: “non è solo un problema di cani, spesso i padroni parlano al cellulare mentre abbaiano e non fanno nulla, anzi il vociare delle conversazioni o tra gli stessi accompagnatori si sente praticamente sotto le nostre finestre”

Le famiglie hanno protocollato una petizione con la quale si chiede di  “emanare un’apposita ordinanza per regolare l’accesso al ‘parco dei cani’, ovvero di vietare l’uso nelle fasce orarie che di norma sono riservate al sonno, segnalando che il parco è frequentato tutti i giorni dalle 5.00 e dura ininterrottamente fino a tarda serata anche alle 2 di notte, così come nella fascia oraria 13,30/15.00″.

L’assessore competente Stefano Foresi ha effettuato diversi sopralluoghi, ma secondo Giorgetti “rimaniamo sempre al punto di partenza e siamo ancora qui a parlarne-sbotta Giorgetti- Il cartello con la limitazione oraria non dura neppure un giorno, per me la soluzione è la chiusura con un lucchetto in determinate fasce”

Sto seguendo questa situazione insieme ai vigili urbani e all’ufficio comunale preposto, non abbiamo nessuna preclusione perché effettivamente i palazzi sono veramente adiacenti; l’intenzione è quella di installare un cartello con una limitazione oraria che vieti l’ingresso ai cani tra le 13 e le 16 e non oltre le 22. Non ci sarà una chiusura fisica con il lucchetto, perché si tratterebbe di fare diverse aperture e chiusure nell’arco della giornata, ma chi verrà trovato li nelle ore interdette sarà passibile di multa”. La replica dell’Assessore

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!