Le razze migliori per i bambini!


I cani migliori per i bambini

Quando vogliamo far entrare in famiglia un cane adatto ai bambini dobbiamo valutarne attentamente le caratteristiche di razza. Questo perché sebbene un cane difficilmente attacchi un bambino, a volte la convivenza tra i due non è semplice. Anche un cane privo di patologie comportamentali a volte per l’esuberanza e l’invadenza di un bambino, potrebbe reagire per difesa, dando vita a incidenti più o meno gravi. Tutti i cani domestici derivano alla lontana da un’unica specie, il canis lupis familiaris, ma la pressione selettiva esercitata dall’uomo sulle diverse razze che ne sono derivate, ha fatto sì che ognuna di queste abbia sviluppato delle peculiarità atte a determinati lavori, che la distinguono dalle altre. Oltre a preferire razze che abbiamo come predisposizione la pazienza e la dolcezza che ci vuole per sopportare l’esuberanza infantile è fondamentale considerare i potenziali pericoli dovuti alla struttura fisica dell’animale, alla sua capacità di provocare danni con il morso e alla predisposizione alla difesa e all’attacco. Ecco allora una lista indicativa delle razze tra cui scegliere un cane adatto ai bambini, indicativa in quanto una cattiva educazione può portare qualsiasi cane a diventare potenzialmente pericoloso per i bambini e non solo. In ogni caso, il consiglio fondamentale è quello di frequentare con il nostro amico peloso un corso di addestramento, chiedere sempre consigli agli esperti quando abbiamo dei dubbi e, soprattutto,ricordarsi che è sempre meglio non lasciare i bambini piccoli incustoditi con i cani.

I cani migliori per i bambini: Alaskan malamute

Questo imponente cane nordico deve il nome alla tribù Inuit dei Mahlemute che, in Alaska, lo utilizzava per il traino delle slitte. Successivamente i cani Malamute si distinsero nelle gare di “weight pulling”, cioè di traino pesante. Il riconoscimento ufficiale da parte dell’American Kennel Club avvenne nel 1935, ma la razza corse un serio rischio di estinzione durante la Seconda Guerra mondiale, in cui fu impegnata considerevolmente. Alla fine del conflitto l’allevamento riprese con tre diverse linee di sangue (Kotzebue, M’Loot e Hinmann- Irwin), oggi prevalentemente mischiate tra loro. Dignitoso, amichevole con tutti, devoto, fedele, dotato di un temperamento forte, raramente è diffidente nei confronti delle persone e, per questo, poco propenso alla guardia, in genere è poco litigioso con i suoi simili e possiede un grande spirito di adattamento. Pur essendo nato per tirare una slitta, si sente realizzato anche in un contesto familiare e risulta essere un cane adatto ai bambini e molto affidabile.

  • Pro
    Anche se assai affettuoso, in famiglia sa essere discreto e mai opprimente nel richiedere carezze e attenzioni.
  • Contro
    Possiede una marcata autonomia decisionale e se non ritiene utile un comando è ben difficile che decida di eseguirlo.

I cani migliori per i bambini: Bobtail

È una razza molto antica (in inglese il suo nome è Old English Sheepdog, cioè antico cane da pastore) che cominciò a farsi conoscere già nelXVI secolo. È stato anche un bovaro, un cane da caccia e persino un cane ausiliare in guerra. Bobtail significa “coda mozza”, un tempo l’amputazione serviva per identificarlo come cane da lavoro e, come tale, esentato dal pagamento delle tasse. É un ottimo cane di famiglia, ubbidiente, dolce, coraggioso se occorre, leale e affidabile, senza la minima traccia di nervosismo o di aggressività non provocata, quindi un cane adatto ai bambini.

  • Pro
    Di natura pacifica, all’occorrenza sa reagire con coraggio e determinazione per difendere chi gli è caro.
  • Contro
    Il suo pelo andrebbe spazzolato con regolarità per evitare la formazione di nodi.

I cani migliori per i bambini :Golden Retriever

Il suo progenitore sarebbe Nous, un retriever giallo acquistato da Lord Tweedmouth presso un ciabattino di Brighton; Nous era figlio di due Wavy Coated Retriever neri (razza oggi estinta) e, accoppiato con Belle, una Tweedwater-Spaniel (anch’essa estinta) diede quattro cani gialli che saranno il punto di partenza della nuova razza. Durante il lavoro di selezione si ricorse al contributo di Setter Irlandese e di Bloodhound per migliorare le capacità venatorie. Fino al 1913 era considerato una varietà del Wavy Coated Retriever e solo nel 1920 ottenne la definitiva denominazione. Intelligente, attento, altamente collaborativo e dolce con le persone, amorevole, fiducioso con tutti e ben disposto anche con chi non conosce. In famiglia è docile e affettuoso con tutti, più che adatto ai bambini, e si rapporta a loro con molta pazienza e istinto protettivo. Le sue origini di cane da riporto gli hanno lasciato in eredità un’innata predisposizione al lavoro.

  • Pro
    La versatilità e lo spirito di collaborazione con l’uomo ne consentono svariati impieghi, sia sportivi sia socialmente utili.
  • Contro
    Diffidenza e sospettosità non fanno parte del suo Dna, quindi non è assolutamente indicato per la guardia ma perfetto per la compagnia.

I cani migliori per i bambini: Leonberger

Questo cane tedesco deve la sua esistenza a Eirich Essig, consigliere comunale della cittadina di Leonberg, che partì da una Terranova e un San Bernardo, aggiungendo poi sangue di Cane da Montagna dei Pirenei ottenendo un cane di grande mole molto simile a un leone, che incontrò i favori della ricca borghesia e della nobiltà di tutta Europa. È oltremodo sicuro di sé, affettuoso e protettivo nei confronti della propria famiglia, adatto ai bambini e molto paziente con i più piccoli. Può essere all’occorrenza un valido guardiano della proprietà che si affida soprattutto sull’effetto deterrente dato dalla sua mole piuttosto che avere reazioni aggressive.

  • Pro
    Quando è di guardia può apparire distaccato ma è in realtà attentissimo a tutto ciò che succede.
  • Contro
    Alcuni soggetti possono essere riservati con gli estranei ma comunque mai aggressivi senza motivo.
Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!