Il Tar della Calabria ha accolto il ricorso contro la sentenza del sindaco di Falerna che vietava ai cani di andare in spiaggia.

26 Aprile 2021 di Ilaria Aceto

Il 29 giugno 2020 il sindaco di Falerna (provincia di Catanzaro), Daniele Minniti, ha emanato l’ordinanza pro tempore Disciplina attività balneare. Così facendo ha sancito, tra le altre cose, il divieto per i cani e per gli altri animali di frequentare spiagge e lungomare durante la stagione balneare, anche se con guinzaglio e museruola. Oipa (Organizzazione internazionale protezione animali) e Leal (Lega antivivisezionista) hanno prontamente presentato ricorso al Tar della Calabria. Il responso dal Tar è arrivato pochi giorni fa: nessuno può vietare ai cani di andare in spiaggia!

L’ordinanza del sindaco andava contro gli interessi dei suoi cittadini, che il 13 agosto scorso hanno protestato con un sit-in pacifico sul lungomare Amerigo Vespucci di Gizzeria, insieme agli attivisti dell’Oipa di Lamezia Terme. Il Tar della Calabria ha accolto il ricorso, dichiarando illegittima l’ordinanza sindacale, che rappresenta “provvedimento eccessivamente limitativo della libertà di circolazione delle persone“. Così si legge nella sentenza. Inoltre, il Tar ha condannato il Comune di Falerna alle spese processuali. Clara Solla, delegata dell’Oipa di Lamezia, commenta così la vicenda:

Siamo il secondo Paese in Europa per presenza di animali nelle abitazioni, nelle case degli italiani ci sono milioni di cani. Per questo tutte le strutture, nel nostro Paese, si stanno adeguando per poter ospitare gli animali domestici insieme ai loro proprietari. Il sindaco di Falerna ha tentato di agire al contrario, ma questa sentenza rende giustizia ai cani e alle loro famiglie.

Si tratta di una sentenza decisiva, che speriamo possa essere d’esempio per situazioni analoghe. Infatti, non bisogna dimenticare che strutture attrezzate ad accogliere i nostri partner a quattro zampe svolgono un ruolo fondamentale nel disincentivare il fenomeno dell’abbandono nei mesi estivi. Si spera che in questo modo sempre meno cani, in vista delle vacanze, saranno lasciati al loro destino sul ciglio della strada.

Lascia un commento