Caso Orso M49. L’On Brambilla: “cercano scuse per abbatterlo”


L’On Brambilla: “L’uccisione dell’orso M49 sarebbe illegale”

Sta facendo discutere moltissimo il caso dell’orso M49, un orso ritenuto pericoloso e che stanno cercando in tutti i modi di abbattere. “La Provincia di Trento non aggiunga un crimine: quello di approfittare delle circostanze create per abbattere M49, dopo averlo messo all’angolo, con la scusa che potrebbe aggredire le persone. M49 non è un ergastolano in fuga”.

Così l’on. Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente e del Movimento animalista, commenta la “caccia al plantigrado” nei boschi sopra Pergine.

L’uccisione dell’orso M49 sarebbe illegale. Poi c’è l’aspetto politico: abbattere M49 vuol dire sfidare l’opinione pubblica italiana, assolutamente contraria alla “guerra” contro gli animali selvatici (orsi e lupi in primis) e alle campagne d’odio e di paura orchestrate da portatori di legittimi interessi economici che possono trovare soddisfazione anche senza la pelle dell’orso”.

Comunicato Stampa

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

X