Cornish Rex


Lo chiamano il “gatto levriero” perché ha il corpo snello e scattante, le gambe lunghe e si muove agilmente. Ma c’è anche chi lo definisce “pagliaccio”, un po’ per le buffe ed enormi orecchie che svettano sulla sua testa, un po’ per quel suo carattere spensierato e burlesco. Questo concentrato di qualità è il Cornish Rex. Sono in tanti ad apprezzare le sue caratteristiche estetiche e comportamentali, soprattutto Oltreoceano dove la razza è più diffusa. Nel Vecchio Continente gli appassionati principali sono gli inglesi e i francesi li seguono a ruota. In Italia, invece, il Cornish rex non è molto diffuso ma i pochi esemplari presenti alle esposizioni ufficiali sono considerati spesso di alto livello.

 

Caratteristiche

Taglia: media

Pelo: corto, rado e riccio

Colori:  più di un centinaio quelli riconosciuti

Costo nutrizione: medio

In famiglia: dolce, vivace, allegro e giocherellone

Ambiente ideale: appartamento

 

Origine

Tutto comincia il 21 luglio 1950 con la nascita di Kallinbunker nella fattoria della signora Ennismore, in Cornovaglia, e fin dai primi giorni non ci sono dubbi sul fatto che sia il “brutto anatroccolo della nidiata”. Il mantello e composto da un pelo ondulato, la testa è ovoidale, il corpo e molto più esile di quello dei suoi fratellini… più che assomigliare a un gatto, sembra uno dei conigli di razza Estrex allevati in fattoria! La signora Ennismore decide di tenerlo e, quando lo porta per la sterilizzazione, il veterinario la convince a sottoporlo a un test per verificarne il pool genetico. Da lì la decisione di dare il via a una vera e propria selezione della strana razza, nel frattempo denominata Cornish per ricordare la regione inglese in cui è apparso, la Cornovaglia, e Rex dal nome dato alla varietà di conigli con il pelo riccio. In seguito, la selezione proseguì sia in Inghilterra sia negli Stati Uniti, con apporto di sangue di diverse razze: Burmese, British, Siamese e Orientale.

 

Carattere

Gatto giocherellone, con una vitalità inesauribile, si trova a suo agio dove vi siano bambini con cui instaura sin dal primo momento un rapporto di complicità, soprattutto nel combinare marachelle. Unico problema: le sue orecchie grandi sono anche molto delicate e suscettibili ai rumori forti. Non c’è da stupirsi, quindi, se nonostante la sua voglia di giochi si defili nel caso il caos diventi eccessivo. Non è per niente schivo, anzi, socializza subito con tutti, anche con chi vede per la prima volta e non è raro che corra ad accogliere gli ospiti sulla soglia di casa con la coda dritta, ma in genere si lega in modo particolare a una sola persona. Intelligente, affettuoso, iperattivo, ama il contatto con il compagno umano con cui colloquia con una discreta gamma di vocalizzi, soprattutto quando vuole qualcosa. Inoltre, il contatto fisico è così essenziale per il Cornish Rex da indurlo a dormire tutta la notte letteralmente “incollato” a noi.

 

Salute

Il suo pelo rado non lo protegge bene dal freddo e, anche se la sua temperatura corporea è superiore rispetto a quella degli altri gatti, è bene proteggerlo da correnti d’aria, pioggia, neve e quant’altro. Sostanzialmente, è un gatto da appartamento. Anche le sue grandi orecchie esigono cure: controlliamo di frequente che non ci siano accumuli di sporcizia e cerume; nel caso, puliamo con un prodotto specifico. Inoltre, per mantenere elevata la sua temperatura corporea e compensare anche le notevoli energie che consuma giocando, poiché è vivace, è bene nutrirlo con mangimi di qualità ricchi di sostanze adatte a ricaricarlo, su indicazione del veterinario.

 

Standard

Corpo: longilineo, snello e flessuoso.

Testa: ha forma ovoidale (ricorda una palla da rugby), leggermente più lunga che larga. Visto di profilo il cranio è piatto, il naso è diritto e il mento è forte, ben sviluppato.

Occhi: di forma ovale, luminosi, posti leggermente in obliquo verso gli zigomi, da medi a grandi; il colore è in armonia con la tinta del mantello.

Orecchie: grandi, larghe alla base, a forma di cono, dalle estremità arrotondate, ben ricoperte di pelo sottile; portate alte sulla testa, donano al gatto un aspetto sempre vigile e attento.

Zampe: lunghe e dritte ma robuste.

Piedi: piccoli, ovali e delicati.

Coda: lunga, sottile, affilata, ricoperta di pelo ondulato, senza parti glabre.

Mantello: corto, non irsuto, denso e riccio; non possiede il pelo di copertura, ondulato, soprattutto sul dorso e sui fianchi

Colore: più di cento quelli riconosciuti, anche con macchie bianche

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!