Salva un cane in guerra e fonda un’associazione in suo nome


L’amore senza fine tra un soldato e un cane

L’amicizia tra il marine britannico Pen Farthing e Nowzad è iniziata nel 2006 a Naw Zad, cittadina nell’Ovest dell’Afghanistan. Durante la sua missione, il militare si era imbattuto nel bel cagnolone sfruttato, insieme ad altri, per i combattimenti tra cani. Farthing ha deciso, quindi, di prendersi cura di lui e, da quel momento, i due sono diventati inseparabili. E quando la missione in Afghanistan è terminata, l’uomo ha deciso di portare il cane, battezzato Nowzad, con sé in Gran Bretagna. Non solo, Farthing ha deciso di fondare un’associazione no profit, chiamata “Nowzad dogs”, per aiutare i militari impegnati nel Paese a riportare a casa con loro gli animali che avevano adottato durante le missioni. Negli anni l’associazione ha avuto grande successo e ha potuto anche aprire in Afghanistan un centro di recupero e una clinica dove volontari e veterinari locali si prendono cura degli animali abbandonati e cercano di diffondere una maggiore sensibilità verso queste tematiche.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

>