Non vedente vince la maratona grazie ai suoi cani


Corridore non vedente vince la maratona grazie ai suoi cani guida

Il primo corridore non vedente che ha davvero fatto la storia. Thomas Panek, 48 anni, ha tagliato il traguardo della Half Maraton di New York grazie all’aiuto dei suoi tre cani guida, tre Labrador Retriever di nome Waffles, Westley e Gus. I tre cani si sono alternati per guidare Panek mentre correva la gara di 13 miglia attraverso la città, concludendo la maratona in 2 ore e 20 minuti circa. Ci sono voluti mesi di duro allenamento prima che fossero pronti. Panek e i suoi cani percorrevano ogni giorno dai 5 agli 8 km a testa per trovare il loro giusto equilibrio.

Thomas perde la vista 25 anni fa: da allora non aveva più corso

L’uomo da sempre appassionato di corsa, ha dovuto abbandonare questa passione a causa della perdita della vista avvenuta 25 anni fa. Da allora non aveva più corso. Aveva ripreso qualche tempo dopo grazie all’aiuto di una guida “umana” ma non era lo stesso. E così dopo qualche anno ha deciso di dare vita a dei corsi di allenamento supportati dai cani guida: «Running Guides».

Thomas e i suoi tre cuccioloni tagliano il traguardo

Labrador e Pastori Tedeschi sono stati addestrati a correre per lunghe distanze guidando i non vedenti. Un duro allenamento che per i cani inizia sin da cuccioli e al quale non tutti sono portati. I cani conduttori devono correre e cercare gli ostacoli da evitare in modo che la persona non vedente sia fuori da ogni pericolo. Proprio grazie a questo duro allenamento oggi Thomas e i suoi tre cuccioloni sono riusciti a tagliare il traguardo tra la gioia e l’orgoglio di tutti.

Immagine in evidenza e fonte www.standard.co.uk
Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

X