Pit Bull sfruttata per fare cuccioli, viene abbandonata e si mette a piangere


La storia di Cinnamon, un Pit Bull femmina sfruttato ma anche per lei c’è un lieto fine

La storia di Cinnamon, un Pit Bull femmina, ci ha davvero fatto piangere, ma fortunatamente anche per lei c’è un lieto fine. È successo in North Carolina dove gli ex proprietari del cane l’hanno sfruttata per fare cuccioli e poi l’hanno abbandonata senza pietà in un canile dopo averle portato via i cuccioli.

Cinnamon stava piangendo come un essere umano

Un giorno, una volontaria si è accorta di un fatto davvero commovente passando accanto alla gabbia in cui era chiusa  Cinnamon. Il Pit Bull stava piangendo come un essere umano. La volontaria ha immortalato questo momento e lo ha condiviso sui social media con la speranza di trovare una nuova famiglia per Cinnamon.

Inutile dire che il video è diventato immediatamente virale: con più di 5 milioni di visualizzazioni e finalmente è arrivata la bellissima notizia. Una famiglia ha deciso di adottare Cinnamon e l’ha ribattezzata Rosie con l’intento di ridonare all’animale una nuova vita. Adesso Rosie è felice, non piange più e da quanto ne sappiamo scodinzola allegramente circondata da tutto l’amore della sua nuova famiglia.

Immagine in evidenza via www.reshareworthy.com

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!