Gatto ingerisce veleni casalinghi: facciamo attenzione!


Gatto ingerisce veleni casalinghi: ecco cosa fare!

Cosa fare se il gatto ingerisce veleni casalinghi? I gatti difficilmente si mettono in pericolo perché sono molto più “schizzinosi” e prudenti dei cani. Possono, però, essere intossicati da alcune sostanze, presenti nelle nostre case come detersivi, insetticidi, antiparassitari per piante e anche le piante stesse.

In particolare, i lumachicidi e i veleni per topi e ratti sono molto pericolosi.

Che cosa bisogna fare in caso di avvelenamento?

Se il gatto ingerisce veleni bisogna avvisare subito il veterinario e portargli il gatto con la massima urgenza. Per non perdere tempo prezioso, gli si possono prestare i primi soccorsi, avvolgendolo in una copertina, controllando il battito cardiaco e nel frattempo tenendolo in braccio e cercando di tranquillizzarlo.

I sintomi

Il micio può apparire mogio e intontito, non gioca come al solito, non mangia. Ha difficoltà respiratorie, oppure semplicemente vomito e dissenteria: questi sono già sintomi abbastanza chiari di qualche cosa che non va. Elementi caratterizzanti l’assunzione di metaldeide (lumachicida) sono poi la diarrea dal tipico colore verdastro, il vomito dal caratteristico odore di acetaldeide e un forte aumento della temperatura corporea.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!