Exotic Shorthair


Affettuoso e sempre ben disposto, questo micio con il muso molto schiacciato e gli occhi grandi, profondi ed espressivi come nel suo stretto parente, il Persiano, è tra i più amati dal pubblico, proprio come il fratello a pelo lungo, e molto popolare negli Stati Uniti. Perfetto per chi ama i gatti dolci e non troppo invadenti, teneri ma mai troppo egocentrici, socievoli ma non molto vivaci, saprà rivelarsi un compagno insostituibile. La sua capacità di socializzare e di vivere bene in appartamento lo rende perfetto per chi non ha giardini o terrazzi e cerca un amico fidato e sensibile cui dedicarsi. Inoltre, a differenza del Persiano, il suo mantello ha il pelo piuttosto corto, con una trama molto fitta ma facile da tenere in ordine con la spazzola usata regolarmente.

 

Caratteristiche

Taglia: medio-grande

Pelo: più lungo di un normale pelo corto ma non tanto da essere vaporoso

Colori: tutti quelli ammessi per il Persiano

Costo nutrizione: medio

In famiglia: socievole, dolce e relativamente vivace

Ambiente ideale: appartamento

 

Origine

Questa razza è nata negli Stati Uniti, negli anni Sessanta, dall’incrocio tra un American shorthair e un Persiano. I cuccioli nati da un primo e isolato accoppiamento vennero poi incrociati di nuovo con la razza principale per potenziare le caratteristiche desiderate. Con l’approvazione della CFA gli fu dato il nome Exotic Shorthair. In quarant’anni di selezione, questi gatti hanno riacquistato il classico aspetto del Persiano ma a pelo corto. In Europa i primi esemplari sono comparsi negli anni Ottanta, la razza è stata riconosciuta dalla FIFE nel 1984. Oggi è ben definita e molto conosciuta ma, mentre gli incroci con il Persiano sono ancora permessi per mantenere e migliorare la morfologia e la tessitura del pelo, sono vietati tutti gli accoppiamenti con le altre razze. Anche se il percorso per arrivare a creare l’Esotico è stato lungo e difficoltoso, oggi è considerato il “gatto americano” per eccellenza e Oltreoceano è apprezzato moltissimo in tutti i colori.

 

Carattere

Grazie a un’attenta selezione, il carattere dell’Exotic è tra i più domestici in assoluto. Si tratta di un micio intelligente, simpatico, curioso e dolce. Come il Persiano adora il comfort e la tranquillità, ma si dimostra meno indifferente e più attivo, alternando alla tranquillità momenti di vivacità: sempre all’erta e attento a ciò che gli accade intorno, gioca con tutti gli oggetti che si muovono rievocando l’istinto da cacciatore. Molto riservato, miagola poco e, all’insegna della pigrizia, adora le lunghe pause di riposo. Ma non si tratta solo di un vizio: per lui dormire è un modo per ricaricare le batterie ed eliminare ogni minima traccia di stress. Per vivere bene al suo fianco è bene sapere che, anche se non richiede insistentemente le coccole, ama starci accanto, quindi è molto importante dedicarci a lui quando ce lo chiede.

 

Salute

L’Esotico, come anche il Persiano con cui condivide i  geni, può avere nel suo DNA una predisposizione ereditaria, una tara genetica che porta alla formazione di cisti nei reni. Tale condizione porterà negli anni il gatto a soffrire di insufficienza renale grave e spesso letale. Quindi, è indispensabile per chi acquista un cucciolo di questa razza farsi dare dall’allevatore copia del test genetico fatto sul cucciolo (o su entrambi i genitori) per essere certi che il gatto sia PKD1 N/N, cioè esente dal problema. Importante anche la dieta: essendo relativamente pigro, non deve mangiare troppo per evitare problemi di sovrappeso, pericolosi per la salute di tutti i mici.

 

Standard

Corpo: da medio a grande e basso sulle zampe, petto largo e nell’insieme possente e muscoloso ma non grasso, ossatura robusta.

Coda: corta e folta, leggermente arrotondata all’estremità, proporzionata al corpo.

Zampe: corte, dritte e forti.

Piedi: rotondi, sono graditi i ciuffi di pelo tra le dita.

Testa: rotonda, massiccia, ben equilibrata.

Cranio: largo con fronte bombata.

Collo: forte e massiccio.

Naso: piccolo e corto, dev’essere segnato da uno stop ben marcato.

Orecchie: leggermente arrotondate, piccole e ben distanziate, collocate basse sul cranio.

Occhi: grandi, rotondi, brillanti ed espressivi, dal colore puro e profondo, in perfetta armonia con quello della pelliccia.

Mantello: la tessitura è folta e densa, con pelo setoso ma, grazie alla densità del sottopelo, non è appiattito; più lungo di un normale pelo corto ma non tanto da essere vaporoso.

Colori: ammessi tutti i colori e disegni riconosciuti per il Persiano, compresi i tabby, i bicolori, i colourpoint, gli smoke e i chinchilla.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!