Vivere con un cane migliora la vita!


Vivere con un cane migliora la vita: lo dicono le ricerche

11A fondamento di questa tesi parla il team di scienziati americani dell’American Heart Association e il team di ricercatori dell’Università di Uppsala in Svezia e che ha pubblicato il suo studio su Scientific Reports.

Un cane allunga la vita: l’American Heart Association

Dopo aver analizzato alcuni dati raccolti su quasi 600 persone, gli scienziati americani hanno sentenziato: i padroni che possiedono un cane si sono dimostrati il 12 % più in salute di altri coetanei senza animali.

Un cane ha evidenti effetti sulla salute dell’uomo: una minore pressione arteriosa, livelli più bassi di obesità e colesterelo, sarà anche che il nostro amico ci tiene sempre attivi! Passeggiare col proprio animale, permette di raggiungere il livello dell’attività giornaliera raccomandata, diminuendo in maniera evidente i rischi sulla salute.

Un cane è in grado di migliorare anche la qualità del sonno: rafforza l’intesa, e aumenta i livelli di serotonina, il così detto “ormone della felicità“, quello che contribuisce a combattere ansia, depressione e stati emotivi che regolano il ritmo fra il sonno e le ore diurne. Perciò avere un cane ci fa sorridere poiché aumenta la positività.

Il team di ricercatori dell’Università di Uppsala in Svezia

Una ricerca condotta in Svezia invece ha fornito due dati importanti: gli essere umani amerebbero più i cani dei propri simili e, inoltre, coloro che possiedono un cane riducono il proprio rischio di morte del 33%.

La scoperta è il frutto di uno studio condotto all’Università di Uppsala su oltre 3 milioni e mezzo di cittadini, fra i 40 e gli 80 anni: tutti i partecipanti hanno aderito allo studio a partire dal 2001, quando nel Paese è entrata in vigore la legge che obbligava i residenti a registrare i propri cani.

Lo studio è stato monitorato per 12 anni, così come la salute dei suoi partecipanti: la cosa curiosa è che coloro in possesso di un cane sono risultati a minor rischio di morte per causa cardiovascolari.

Per quanto riguarda tutti i proprietari single: hanno avuto un rischio di morte inferiore del 33% rispetto ai coetanei nella medesima situazione ma senza un cane. Le persone sole, oggetto dello studio, sono risultate molto più esposte ad essere vittima di problemi legati al cuore, ma come si spiega questo fenomeno? Secondo i ricercatori, la spiegazione andrebbe ricercata nel fatto che i possessori di un cane fanno molto più movimento rispetto a chi conduce una vita sedentaria e “solitaria”.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

X