Sporca in casa? Meglio prevenire che curare


Il tuo cane sporca in casa? Previeni questa abitudine

Per evitare che il tuo cane sporchi in casa è bene indicargli  fin da quando è cucciolo la via giusta per evitare che lo faccia, cercando di essere pazienti e usando metodo ma soprattutto evitando di arrabbiarsi.

Previeni questa abitudine

Se il cane sporca in casa, “prevenire è meglio che curare” è il mantra ideale da seguire sin da quando sono cuccioli, anche perché, ricordiamoci, a quell’età gli amici a quattro zampe non hanno controllo su questi comportamenti, che devono quindi imparare, proprio come i bambini. Bisogna armarsi di pazienza e metodo se, al contrario, il cane ha l’abitudine a sporcare in casa, visto che per lui evacuare è un bisogno necessario non solo da un punto di vista fisiologico ma anche psicologico dato che urina e feci, nel mondo canino, hanno anche lo scopo di trasmettere informazioni su se stessi, il proprio territorio, lo status gerarchico, il sesso e tanto altro. E’ una sorta di carta d’identità.
Dopo il ciclo di sonno, dopo aver giocato o svolto altra attività ludica, dopo i pasti, la necessità di evacuare è certa; se prestiamo attenzione il nostro cane sporca poco dopo questi momenti. Bisogna quindi giocare d’anticipo portando il nostro cane in un luogo idoneo all’atto, ottimali prato e terra che stimolano l’evacuazione, e non distraendolo con comandi o richiami.
Lasciamolo fare e anzi, dopo, complimentiamoci con lui; proseguiamo poi la passeggiata per conferire al momento una connotazione positiva, senza rientrare subito a casa. Inoltre, così facendo, se ci fosse una seconda “necessità” siamo già pronti!
Da evitare assolutamente, invece, è sgridarlo o punirlo se sporca in casa perché il nostro amico a quattro zampe non capisce come mai un atto naturale come l’evacuazione possa provocare rabbia; a meno di insegnargli la differenza tra sporcare dentro e fuori casa. Quindi, se cogliamo sul fatto il cane mentre sporca in casa, fermiamolo e portiamolo subito fuori, se invece arriviamo a “danno fatto”, puliamo con prodotti antiodore soprassedendo sull’accaduto e piuttosto organizziamoci meglio sulle tempistiche e frequenze con cui fare le uscite.

 

 

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

>