Cani Alani lasciati in un allevamento abbandonato: il Re della Thailandia li adotta


Tredici cani Alani affamati e lasciati morire in un allevamento abbandonato

I veterinari volontari della Watchdog Thailand hanno salvato tredici cani Alani affamati rinchiusi in gabbie e lasciati morire in un allevamento abbandonato. I volontari si sono recati in una casa a Lat Lum Kaeo, nella Thailandia centrale, dopo aver ricevuto una segnalazione da parte di un parente del proprietario che gestiva l’allevamento. I cani sono stati trovati in condizioni pessime e alcuni cuccioli addirittura deceduti.

I media locali hanno riferito che la casa veniva utilizzata come struttura di allevamento da una donna di mezza età che lo ha abbandonato, compresi di animali, a causa di problemi finanziari. La donna allevava i cani per rivenderli a scopo di lucro, ma non poteva permettersi di prendersi cura di loro o dar loro da mangiare e così li ha lasciati a deperire e morire li da soli.

Il re della Thailandia adotta tutti i tredici cani

La Watchdog Thailand ha lanciato l’allarme e condiviso le foto dei cani affamati su Facebook. Le immagini sono state condivise più di 41.000 volte e, non hanno solo suscitato indignazione da parte degli utenti dei social media, ma hanno anche attirato l’attenzione del Re Rama X.

Il Re, dopo essere venuto a conoscenza della loro storia, ha adottato tutti e tredici gli Alani accettando di coprire tutte le spese e i costi necessari per le cure mediche e per il loro sostentamento.

Il vice direttore generale del Dipartimento per lo sviluppo del bestiame Somchuan Rattanamangkhalanon ha dichiarato: “Sua Maestà ha gentilmente adottato questi cani e saranno curati presso il centro dei cani dell’ufficio, solo dopo che avranno recuperato le loro forze”.

Le autorità stanno ora indagando sulla proprietaria e, con molta probabilità, verrà imputa per l’accusa di crudeltà verso gli animali.

Fonte e immagine in evidenza via News.com

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!