Cani: rispettiamo le distanze e impariamo a interagire correttamente


Impariamo a interagire correttamente con il cane

Il cane, come l’uomo, si crea una propria “sfera personale” invisibile che delimita la distanza in base alla quale uno stimolo fisicamente individuabile passa da neutro a interessante, potenzialmente molesto o pericoloso. Chi, tra noi, non guarderebbe con sospetto un estraneo che con ogni evidenza volesse allungare una mano per toccarci?

Lo stesso vale per i cani, con la differenza che la convivenza con la specie umana li ha resi molto più ben disposti di noi a essere manipolati da perfetti sconosciuti. Ciò non significa però che un cane debba necessariamente accettare sempre con piacere le attenzioni spesso invadenti di sconosciuti, magari incerti o minacciosi nella gestualità. Impariamo perciò a rispettare le distanze del cane e a farle rispettare anche al prossimo. Soprattutto quando si tratta di bambini è importante insegniamogli a interagire correttamente con il cane, evitando approcci troppo “materiali”.

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

X