Come lavare il nostro cane? Ogni quanto? Ecco qualche consiglio


lavare il cane
Foto a cura di Mar_qs

A volta ci sembra proprio che il nostro Fido ami farci impazzire: quando piove e lui si diverte a sguazzare nelle pozzanghere, o d’estate, quando dopo un lunghissimo bagno in mare decide di rotolarsi nella sabbia. In quei momenti, il nostro pensiero va all’infinita pazienza con cui dovremo convincerlo che non può rimanere sporco, ma che dovrà sottoporsi alla terribile pratica del bagnetto.

Fare il bagno al nostro cane richiede particolari accortezze, ma farlo nel modo corretto gli garantirà salute e igiene e aiuterà anche a mantenere pulita la nostra casa.

Perché bisogna lavare il nostro cane?

Lavare accuratamente il nostro cucciolo gli apporterà molti benefici. Innanzitutto, il suo pelo si manterrà esente da cattivi odori dovuti all’accumulo di sporco. Inoltre, in questo modo verrà agevolato lo smaltimento di pelo in eccesso, di crosticine o di eventuali impurità.

Per i cani con alcune condizioni specifiche, il bagnetto potrebbe essere parte della loro terapia medica, come raccomandato dal veterinario.

Foto a cura di Angel1238812
Quanto spesso fare il bagno al proprio cucciolo?

In generale dipende dai bisogni individuali del nostro Fido, quindi, ogni qualvolta sia necessario. I campanelli d’allarme bagnetto devono scattare quando il pelo inizia a emanare cattivo odore o quando il pelo appare ricoperto da fango o sporco. Perciò, se il nostro amico a quattro zampe odora normalmente, allora probabilmente non sarà necessario lavarlo.

Al contrario, insistere in una pulizia troppo frequente potrebbe causargli pelle secca e danneggiargli il pelo: come nel caso degli umani anche la pelle e il pelo dei nostri cani produce oli naturali utili per mantenere la giusta idratazione. Il discorso è completamente diverso per cani con particolari patologie, che potrebbero avere necessità di una pulizia più frequente. In questo caso è sempre meglio chiedere consiglio al proprio veterinario.

Inoltre, i cani che amano nuotare necessitano di meno lavaggi: infatti, un bagno in piscina o al lago può essere considerato al pari di un tuffo in vasca. Naturalmente, non dimentichiamoci mai di tenerli sempre d’occhio mentre nuotano ed evitiamo che arrivino in punti dove non riescono a toccare!

Che shampoo usare?

Chioma liscia, riccia o colorata? Per fortuna i nostri pelosi non hanno di questi problemi! Ad ogni modo, è necessario utilizzare appositi prodotti per cani, in quanto il loro pH è diverso da quello umano e la loro pelle è particolarmente sensibile. Meglio evitare quindi i prodotti per umani.

Per gli animali con pelle e pelo sani è preferibile scegliere uno shampoo ipoallergenico dolce e leggero, mentre i pelosi che presentano qualche patologia dovranno fare un salto dal veterinario che, quasi come un bravo parrucchiere farebbe con noi padroni, consiglierà i prodotti più indicati da usare. Dopo lo shampoo potrebbe essere opportuno applicare un balsamo con risciacquo, in modo da prevenire eventuale secchezza di pelle e pelo.

In ogni caso, meglio fare prima alcune prove con una piccola quantità di prodotto e vedere se causa reazioni allergiche o irritazione sul nostro peloso. Se tutto appare normale, abbiamo il via libera per procedere col bagnetto!

 

 

Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!