I giochi giusti per il gatto


I giochi per il gatto

Sono molti i giochi che si possono inventare per stare qualche ora in compagnia del nostro micio divertendoci: palline che rotolano, scatole vuote, guardie, appostamenti, percorsi obbligati, giochi di attivazione mentale, salto ostacoli, rincorse… insomma c’è di che divertirsi!  La prima “cosa” da imparare è che una pallina non vale l’altra: quelle troppo grosse rendono difficoltosi i placcaggi tra le zampe e quelle da golf sono troppo pesanti. E allora quali palline scegliamo? Quelle giuste sono quelle da pingpong! 

Le mani

  • Uno dei giochi preferiti di micio sono le nostre mani. Le dita sembrano piccoli vermi sguscianti da brancare e i palmi prede da morsicchiare. Potrebbe però rivelarsi una soluzione poco piacevole per il proprietario di cotanto gioco. Ecco allora che ci vengono in aiuto dei guanti in peluche con lunghe dita flessibili. Avranno la stessa mobilità della nostra mano ma garantiranno al tempo stesso protezione e “distanza” di sicurezza. L’importante è lasciare al gatto qualche minuto per familiarizzare col nuovo gioco.

Giochi profumati

  • Se al gioco si unisce il piacere… il gioco è fatto. Prendete una pallina cava e praticate dei fori abbastanza grossi. Aprendo un taglio, infilate all’interno dell’erba gatta. Quando micio giocherà con quella pallina favolosa non potrà non rimanere piacevolmente inebriato da un odore che gli è da sempre gradito. Meglio ricorrere alle palline che si aprono a metà, così da poter cambiare l’erba all’interno con più facilità.

Gallerie & Scatole

  • Gallerie e misteriosi pertugi sono la gioia dei mici. I tubi in stoffa che si trovano nei negozi per animali sono tra i giochi più amati dai mici in assoluto. Se non li trovate potete costruire delle gallerie utilizzando scatole di cartone di diversa lunghezza e grandezza incollate assieme e messe in comunicazione una con l’altra da fori più o meno ampi. Micio vi ringrazierà di cuore.

Sacchetti

  • Questi oggetti hanno per i mici un fascino del tutto particolare: sono misteriosi, esplorabili e soprattutto fanno rumore. Quelli di carta del panettiere o dell’ortolano, poi, sono quanto di meglio si possa trovare in giro. Attenzione però a quelli di plastica con le maniglie: se ci infilano la testa possono soffocare.
Commenta via Facebook

Like it? Share with your friends!

X